Gli effetti di WFTE, The Catalyst e New Divide

Scritto da Renji, il 14 Ottobre 2010

 

 

Il team di Ghost Town Media, formato da Brandon Parvini, Jeff Lichtfuss e David Torno, ha creato, con Trapcode, plug-in per Adobe After Effects, gli effetti per i video di Waiting For The End, New Divide e The Catalyst.

Partendo da Waiting For The End, David Torno racconta:

Brandon ha "giocato" un pò con Form per un pò di giorni per svilupare un look basato su alcuni grafici che avevamo creato per il tour qualche settimana prima. Basilarmente, si fa scorrere la ripresa originale su Form tre volte, creando un effetto a strati. Il primo strato consiste perlopiù in particelle che trattengono più di tutto la fedeltà dell'immagine mostrata e poi due passaggi in più per creare un effetto di galleggiamento in qualche modo ancora attaccato all'"accento" più luminoso della particella. Tutti questi effetti sono stati basati sui valori della luminosità e dalla reazione delle immagini rispetto al suono della canzone. Vari tipi di gradazione di colori sono stati posizionati sopra tutto e poi un livello di profondità è stato aggiunto e casualizzato per concentrare il tutto fuori e dentro il campo della particella, semplicemente per darle più profondità.

Una volta che questo passaggio era stato completato, tutti gli artisti si sedettero per guardarlo e mettere da parte le scene (shots) più deboli e che non hanno funzionato come dovrebbero, scene che necessitavano un maggiore impatto. Dovettero anche trovare punti per le note del regista che prevedevano forme\linee geometrice e miglioramenti 3D. Molte tracce degli oggetti 3D sono stati realizzati con Syntheyes per permetterci di attaccare vari elementi 3D direttamente sui membri della band, roba come forme poligonali pazze che volano sulla schiena di Mike Shinoda, pezzi di teschio disconnessi che si muovono con la testa di Chester, e altre varie forme geometriche che esplodono via e si muovono con ogni inquadratura.

Ecco il tutto spiegato in questo video:

 

Dopo qualche settimana di design, tracciare e processare, l'intero video è stato rimesso attraverso Particular, usando l'opzione Layer Emitter per aggiungere la nuvola di particelle che spuntano ad ogni inquadratura. Optical Flares è stato poi aggiunto per far "scoppiettare" il tutto. Alcune inquadrature più complesse come il braccio di Chester che scorre via o l'ultima inquadratura della faccia di Chester che si disintegra in particelle, sono state frutto di una combinazione tra Form e Particular, per favorire la fluidità dei movimenti. Entrambe queste inquadratura sono state doppiamente processate attraverso Form. Per "doppiamente processate", intendo lavorate due volte: la prima volta, la ripresa originale è stata messa su Form, lavorata e poi pre-renderizzata. Successivamente, l'ho delicatamente modificata con degli effetti leggermente diversi rispetto a quelli iniziali. Questo ha dato all'immagine un effetto più granuloso. Uno strato è stato aggiunto con Particular e diviso in frames a mano per seguire il percorso che volevo le particelle seguissero quando scomparivano via e poi ho usato l'effetto Fade In e Fade Out. Ho mischiato entrambi i plugins.

Qui e Qui altri due video dell'applicazione degli effetti.

Il Tour 2010 di A Thousand Suns è nato praticamente dov'è stato creato il video per Waiting For The End. Il nostro team è stato incaricato di creare circa tre ore di contenuti animati da usare come proiezione sul palco mentre la band è in tour. Alcuni dei lavori sono stati già visti a New York, Buenos Aires e Santiago Chile. Qui un video dei fans che mostrano un'esibizione live dove possono essere visti alcuni effetti live:

David Torno continua con le spiegazioni. Questa volta però, parla di New Divide:

Anche con New Divide abbiamo usato Particular e Form. Gli scatti iniziali del video con le figure volanti mentre tutto si apre sono stati creati con Form e l'opzione Audio Reactive. Le riprese della telecamera sono state animate a mano per transitare attraverso tutte le clips di Chester e poi sono state riprocessate alcune volte per sfocarle e deformarle. Ci sono anche altre riprese casuali lavorate con Form per deformare gli altri membri della band. Tutte le atmosfere del video riprese con la telecamera sono state lavorate con Particular.

Per The Catalyst, sempre Torno ci spiega:

Per The Catalyst, avevamo bisogno di più realismo. Abbiamo usato Particular, in questo caso, per aggiungere della cenere cadente in alcune inquadrature per un mondo post-apocalittico. Horizon è stato usato per aggiungere un cielo all'inquadratura dell'intermezzo dove la telecamera vola tutta intorno per rivelare la città in rovina.

Ecco il video che illustra l'aggiunta dell'effetto:

 

Fonte: Trapcode.com

Thanks To: Phoenix-Farrel.org

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...