Concorso Warner Music Italia!

Scritto da KloserInside, il 03 Settembre 2010

Volete ascoltare in anteprima il nuovo album, A Thousand Suns?

Ottimo, è la vostra occasione. Riporto direttamente quello che hanno pubblicato qui:

I primi 20 di voi che risponderanno correttamente al questionario riportato di seguito, avranno l'opportunità di venire presso la nostra sede di Milano, giovedì 9 settembre, per l'ascolto in super anteprima dell'intero nuovo album "A THOUSAND SUNS"!!!!

 

INVIA LE TUE RISPOSTE ENTRO LUNEDI' 6 SETTEMBRE ALLE ORE 12.00 ALL'INDIRIZZO E-MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

INSIEME AI TUOI DATI PERSONALI (nome - cognome - indirizzo e-mail - telefono cellulare).



  1. COME SI CHIAMANO I COMPONENTI DELLA BAND?
  2. COME SI CHIAMA IL GIOCO CREATO DAI LINKIN PARK PER I PHONE/I POD TOUCH/I PAD?
  3. NELLA COLONNA SONORA DI QUALE FILM TROVATE “NEW DIVIDE” ?
  4. CHI HA DIRETTO IL VIDEO DI “NUMB/ENCORE”?
  5. CHESTER HA MAI PRESO PARTE A QUALCHE FILM?
  6. QUALE FAMOSA CITAZIONE SI RIFERISCE IL TITOLO DEL NUOVO ALBUM?
  7. IN CHE GIORNO E’ USCITO “MINUTES TO MIDNIGHT” IN ITALIA?
  8. CHI SONO GLI “SNAX”?
  9. QUALI SONO LE PRECISE PAROLE USATE DAI LINKIN PARK NEI CONFRONTI DEL LORO STREET TEAM IN “HYBRID THEORY”?
  10. NEL CD SINGOLO “FROM THE INSIDE”, DOVE E QUANDO SONO STATE REGISTRATE LE VERSIONI LIVE DI “RUNAWAY” E “FROM THE INSIDE”?

I vincitori verranno ricontattati da noi entro martedì 7 settembre

Inoltre, tutti gli iscritti alla nostra pagina su Facebook, il 14 settembre, riceveranno una mail con un codice d'accesso ad un'area riservata in cui poter ascoltare in streaming gratuito l'intero album.

Che ne pensate? Ma soprattutto.. Chi di voi partecipa?

Il suo remix ha diviso l'opinione musicale, e posto le basi per capire che album sarà A thousand suns. Scopriamo assieme chi è davvero NoBrain, vincitore del contest Linkin Park featuring you.




Quando i Linkin Park si sono alleati con Myspace e IndabaMusic per il Linkin Park featuring you contest riguardante il nuovo singolo, fan e musicisti hanno esultato all'opportunità unica nella vita di essere in collaborazione su uno dei dischi di una delle più grandi e rilevanti band del 21esimo secolo. Per molti, la sola idea che la band sentisse la loro interpretazione di The catalyst è stata una buona ragione per partecipare. Per Czeslaw Sakowsi da Swindica, Polonia, creare e manipolare musica era più di un hobby, era una modo di vivere: una forma d'espressione che aveva coltivato dalla giovinezza. Dopo essersi sentito ispirato dagli spezzoni di The catalyst, Czeslaw, meglio conosciuto come l'aspirante musicista NoBrain, ha partecipato alla competizione solo dalla fase più terminale, terminando 1417esimo su 2300 partecipanti. Il piazzamento di NoBrain l'aveva lasciato fuori dal radar di chi di noi seguiva la parte alta del contest, rendendolo una scelta sorprendente quando Mike l'ha annunciato vincitore alla fine del concorso. E così risulta che la competizione non era basata sulla popolarità, ed il remix elettronico, robotico di NoBrain ha interpretato alla perfezione quello che la band voleva ottenere con A thousand suns. Linkin Park association si è seduta con NoBrain per parlare di lui, della sua musica, della sua canzone, e della sua esperienza di lavoro coi Linkin Park.


 



 


Per prima cosa, complimenti per la vittoria nel Linkin Park featuring you contest! Raccontaci qualcosina di te.
Grazie mille! Come alcuni di voi potrebbero sapere, il mio nome è Czeslaw Sakowski ed ho 26 anni. Vivo in Polonia, in una piccola cittadina chiamata Swidnica. E come potete immaginare, le ultime due settimana sono state del tutto sorprendenti. Credo di essermi trovato in una situazione imprevedibile. Anche ora quando ci penso mi sembra impossibile, come fosse un sogno.



Come sei diventato fan dei Linkin Park? Qual'è il tuo album preferito, e la tua canzone?
Ad alcuni di voi sembrerà strano ma non sono fan dei Linkin Park. Ma bisogna davvero esserlo perchè la loro musica piaccia? Li rispetto molto per quello che hanno raggiunto, e soprattutto per quello che stanno facendo ora. Il loro taglio di vedere e fare musica è fenomenale secondo me. Però non ho un vero album preferito, anche se la cosa potrebbe cambiare con A thousand suns. Così anche per le canzoni: mi piacciono Cure for the itch, Session, Faint e Bleed it out.



Quando hai cominciato a fare musica? Sei un musicista professionista o è solo un hobby?
E' cominciato tutto quando avevo 7 anni. Mi regalarono una tastiera Casio e la suonavo come un pazzo, feci anche il mio primo album. Alla fine però la tastiera non sopravvisse alla mia creatività, in altre parole la distrussi. A quel punto non sapevo davvero che impatto avrebbe avuto su di me. Sono passati anni e la possibilità di creare suoni, manipolarli e metterli assieme è diventato più di un hobby, ma uno stile di vita.



Quali altre band ascolti? Ci sono musicisti che ti ispirano nel fare musica?
Due parole: Aphex Twin, lui soprattutto mi ha ispirato. Ricordo quando vidi per la prima volta Windowlicker e sinceramente, dopo quello nulla è stato lo stesso. Ero scioccato che fosse stata fatta una cosa tanto futuristica nel 1999. Anche se la senti oggi, sembra ancora migliore. Tutto in quel pezzo è fantastico.
Logicamente non ascolto solo Aphex Twin, per darvi un'idea ecco qualche nome: Radiohead, Sigur Ros, Hey, Moderat, Mogwai, Hans Zimmer, Muchy e molti altri. Alla fine è un remix di tutti questi suoni, e logicamente crescendo sono passato attraverso diverse fasi musicali.
Grazie a questo ora so che focalizzarsi solo un un genere musicale è del tutto senza senso, perchè c'è così tanta bella musica attorno. Qualche volta navigando in Internet mi stupisco di quanta gente talentuosa c'è in giro.



Descrivi la tua decisione di partecipare al contest. Eri fiducioso delle tue capacità?
Quando si parla di remix, lo faccio solo di tanto in tanto. La decisione di farne uno arriva all'improvviso, semplicemente mi va e lo faccio. Quando scoprii che MySpace e IndabaMusic stavano organizzando il Linkin Park featuring you contest partecipai immediatamente solo perchè in quel momento mi andava di fare un remix.
Dopo aver uploadato il remix ho esitato un pò, ammetto, perchè ce n'erano già così tanti. Ma è meglio provare che rimpiangere di non averlo fatto.



Dicci come sei arrivato al tuo pezzo vincente. Hai pianificato il tutto nella tua mente o semplicemente hai provato effetti diversi?
La cosa che ha scatenato la mia idea è stata quel loop di batteria elettrica provveduto dalla band negli spezzoni. Ho capito immediatamente di voler fare un pezzo dinamico con cambiamenti inaspettati, glitch ed altri effetti. Generalmente, quando faccio un remix cerco di mettere l'artista in un contesto del tutto diverso: un contesto in cui non entrerebbe mai di sua volontà. Per me vuol dire questo remixare.



Quando hai uploadato il remix, credevi potesse vincere?
Se partecipi ad una qualsiasi competizione senti sempre dentro la speranza di vincere, altrimenti perchè si partecipa? Certo, ero realista. Primaditutto, il mio remix era 1417esimo e non era un buon punto d'inizio. Secondo, non l'ho promosso in alcun modo, perchè non lo faccio con niente di quello che produco. Quindi la parte di me coi piedi per terra pensava di non avere una chance, ma la parte sognatrice sapeva di potercela fare.



Quando il contest si è chiuso, ti sei sentito scoraggiato dal fatto che il remix non avesse ricevuto un piazzamento migliore?
Non ci faccio di solito molto caso, altrimenti avrei smesso di fare musica parecchio tempo fa.



Dicci come il management dei Linkin Park di ha contattato. Cosa ti hanno detto, invitandoti in chat?
Ricordo che quando controllai la casella di posta c'era molta più spam del solito, diedi un occhio e capii di essere un potenziale vincitore. Ad essere sincero al momento pensai ad una truffa, ma Pamela della Creative zing promotion mi scrisse una grande e-mail che mi convinse che era tutto vero. Dopo averle risposto è successo tutto molto velocemente, e la cosa ha portato alla mia chat prima con nate e poi con Mike, ed al mio incontro con Mike e Dave a Berlino.



Com'è stato parlare a Mike? Descrivici le tue emozioni nel vederlo apparire sullo schermo. Avevi capito?
Quando vidi Mike comparire sullo schermo pensai che a Los Angeles dovesse fare freddo, perchè aveva uno strano berretto. Scherzo.
Primaditutto proprio non mi aspettavo di parlare a Mike. Quindi quando è comparso sullo schermo non avevo idea di cosa dire, avevo questo tremendo vuoto in testa. E' una sensazione orribile, perchè vuoi sembrare intelligente e dire qualcosa di logico, qualcosa che abbia senso, ma alla fine sembri...eh...avete capito. Ad oggi non ricordo cosa ho detto, ma quando rivedo il video credo non si possa ripetere...a Berlino è stata tutta un'altra storia. Ero molto rilassato e la conversazione con Mike e Dave, che è durata 45 minuti contro i programmati 15, è andata molto bene, almeno secondo me.



Ed ora? La band ti porterà a Los Angeles o rimarrai in Polonia?
Difficile da dire, non so rispondere a questa domanda in questo momento.



I Linkin Park sono famosi per essere molto possessivi e perfezionisti con tutto quello che creano. Hanno suggerito qualche cambiamento al remix o no?
Non hanno suggerito alcun cambiamento, e per quanto ne so, rimarrà lo stesso.



Come ci si sente ad essere in collaborazione in un album dei Linkin Park? Il tuo remix sarà sentito da milioni di persone, non è surreale?
Per prima cosa, il mio remix non sarà incluso in A thousand suns, forse solo in un'edizione lusso, e la cosa non mi sorprende. Ma ho contribuito all'album in un modo differente. Dopo la conversazione via Skype Mike mi ha chiesto se volevo trovare qualche idea per due pezzi, When they come for me e Jornada del muerto. Logicamente ho risposto "Cazzo sì!", non è proprio quello che ho detto a voce ma nella mia mente sì.
Mike ha quindi creato una sessione su IndabaMusic e ci ha uploadato le parti su cui voleva lavorassi. A quel punto ero piuttosto sotto pressione perchè non avevo mai lavorato ad una canzone in un ambiente del genere. Inoltre il tempo concessomi era molto limitato. E Mike mi disse che le cose che stavo per creare non avrebbero dovuto apparire sull'album, perchè la band già aveva idea di come dovesse suonare.
Devo essere onesto, all'inizio è stata molto dura gestire lo stress. Ogni volta che cominciavo qualcosa non potevo non pensare a cosa e per chi lo stavo facendo, cosa che non ho mai detto. Come se non bastasse, al tempo mi stavano ristrutturando il bagno, quindi tutto il rumore rendeva la cosa più difficile. Ad un certo punto, provando e provando nuovi suoni, la pressione si è sciolta, ed alla fine hanno aggiunto i miei suggerimenti! Quando stavo lavorando a When they come for me e Jornada del muerto, Mike mi disse che solo uno dei miei suggerimenti lavori sarebbe stato incluso. Ed era When they come for me.
Alla fine, quindi, non solo il mio remix verrà pubblicato, ma le mie idee saranno incluse in A thousand suns...anche adesso, quando ci ripenso, sembra così irreale.


 


E se dopo quest'intervista avrete voglia di saperne di più su questo giovanotto polacco, non scordatevi di visitare il suo sito.


Fonte: LPA.com<

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...