Chester intervistato dal The West Australian

Scritto da Pavlo, il 12 Gennaio 2010

The West Australian

 

Chester ha parlato al The West Australian del nuovo album dei Linkin Park, dei Dead By Sunrise e del suo dividersi tra una band e l'altra. Ecco l'intervista:

"Chester Bennington ha lasciato lo studio di registrazione per rispondere alla mia chiamata, ma non sta registrando musica per il suo progetto parallelo dei Dead by Sunrise. E' impegnato nella creazione del quarto album dei Linkin Park.

Quando Bennington annunciò che avrebbe esplorato la musica a modo suo, si pensava che i Linkin Park si sarebbero sciolti, specialmente consideranto il processo di registrazione fuori dalle regole che ha accompagnato il loro recente album del 2007, Minutes to Midnight. Ma il lavorare ancora con i Linkin Park sembra averlo entusiasmato come mai prima.

Voci di corridoio dicono che il loro prossimo album sarà più consistente rispetto a Minutes to Midnight, che era un'unione di 50 canzoni, e sarà strutturado su ampi concetti. Ha detto che le regole di scrittura per lungo tempo adottate dalla band sono state ignorate e che stanno producendo del materiale tra i più fluidi dei loro ultimi 10 anni assieme.

I Dead by Sunrise erano un progetto deliniato durante tempi meno permissivi. Bennington aveva scritto un numero di canzoni che furono ignorate quando le presentò ai Linkin Park ma che lui non volle buttar via.

Ha detto che nonostante ai chitarristi Mike Shinoda e Brad Delson piacesse il suo materiale, pensavano che questo materiale non fosse coerente con le canzoni di Minutes to Midnight.

'Ho suonato (una delle canzoni)…' e loro dissero, 'E' una stupenda canzone, ma non sappiamo cosa possiamo farne' Bennington afferma. 'Sapevo che la canzone era buona, ma sapevo anche che gli elementi che i ragazzi potevano aggiungere alla canzone erano pochi e che prendere questi elementi e far qualcosa di nuovo avrebbe distrutto il corpo originale della canzone.'

Sottolinetando il fatto che il processo di scrittura è cambiato nei Linkin Park, ha aggiunto: 'Dove siamo giunti al momento ci vediamo compositori, abbiamo scritto delle canzoni, queste canzoni probabilmente non sarebbero delle canzoni dei Dead by Sunrise.'

Questo può suggerirci che i Dead by Sunrise siano solamente meno comuni rispetto ai Linkin Park. Non è così. Nonostante Bennington creda che i Linkin Park al loro stato attuale sarebbero stati ben disposti a ricevere qualche materiale rifiutato in precedenza, se suonato con i Dead by Sunrise, questo continuerebbe a suonare in modo diverso da come verrebbe suonato con i Linkin Park.

Parte di questa differenza è dovuta dall'infulenza dei membri della band, Ryan Shuck e Amir Derakh, membri rispettivamente dei Julien-K e degli Orgy. Hanno aiutato a trasformare le demo di Bennington concretizzandole in canzoni pop dark scritte con una varietà di stili.

Fire, la traccia di apertura del loro album di debutto Out of Ashes è un consolidato inno da arena; il primo singolo Crawl Back In punta al rock e la più recente canzone Morning After contiene elementi delle origini nu-metal di Bennington.

'Abbiamo creato il nostro suono con la nostra identità. ' dice Bennington. 'Faremo sicuramente altri dischi con i Dead by Sunrise

'Non so quanto ci metteremo a farli uscire. I Linkin Park sono sempre i No.1 quindi sono costretto… non costretto, sono impegnato in qualsiasi cosa che i Linkin Park stanno facendo. Ma i Dead by Sunrise sono qualcosa a cui tengo e voglio portarlo avanti il più che posso.'"

Fonte: The West Australian
Thx to: LPLive.net

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...