Intervista a Joe: "Stiamo parlando di tornare a fare musica insieme"

Scritto da Selene Rossi, il 18 Aprile 2019

Recentemente Joe è stato intervistato da una tv coreana e, tra le altre cose, ha parlato anche di un eventuale ritorno dei Linkin Park e di una mostra fotografica sulla band che si terrà a tra aprile e maggio in Cina. Ecco la traduzione dell'intervista.

joe hahn

I Linkin Park sono famosi per il loro repertorio sperimentale ed iconico, i cui generi variano dal nu-metal, al rock e all'elettronica. Dal loro debutto nel 2000, Joe Hahn, il dj della band, ha diretto numerosi video, come quelli di "Faint", "In The End" e "Numb". Inoltre, la reputazione dei Linkin Park come gruppo innovativo, è dovuta alle loro trasformazioni, dai famosi scream del vocalist Chester Bennington allo stile hip-hop, ai campionamenti e all'innovativa produzione di video musicali.

Tuttavia, nel luglio del 2017, Bennington si è tolto la vita ed i fan di tutto il mondo hanno pianto la scomparsa di un'icona. Nell'ottobre dello stesso anno, la band ha tenuto uno spettacolo in tributo al compianto cantante, che è stata la loro ultima esibizione fino ad oggi. Nei mesi successivi, alcuni dei membri sono andati avanti nel creare dei propri progetti solisti. Mike Shinoda, co-vocalist, chitarrista e compositore, ha pubblicato un album da solista, Post Traumatic, che lo ha poi portato in tour in 13 paesi con 64 spettacoli. Il bassista David 'Phoenix' Farrell, ha creato un podcast a tema golf chiamato Member Guest, che ha visto ospiti come Matt Sanders degli Avenged Sevenfold, Tré Cool dei Green Day e più volte lo stesso Shinoda dei Linkin Park.

Nel frattempo Joseph Hahn, dj e samplist, ha creato il video musicale per il singolo "Waste It On Me", realizzato l'anno scorso dai BTS insieme al famoso dj Steve Aoki, che ha lavorato con Linkin Park diverse volte per brani come A Light That Never Comes e Darker Than Blood. Hahn si è unito come giudice nel programma Superband della rete televisiva JTBC, ed è stato intervistato a Sangam-dong, Mapo-gu, Seoul l'11 novembre.

"Parlo coreano da soli tre anni, quindi perdonami se inizio a parlare in inglese", ha detto ridendo.

Quante volte sei stato in Corea?

Vengo spesso in Corea. Sono venuto l'anno scorso. Le mie radici sono in Corea, è un luogo che cambia molto velocemente ed offre ogni genere di possibilità ed opportunità. Guardo alla Corea per nuova musica, film e nuove tecnologie.

Nelle scorse interviste con Yonhap News, hai detto che ti piacerebbe andare nella DMZ [zona demilitarizzata coreana].

Ci sono stato, sono andato nel quartiere l'anno scorso, non ricordo il nome esatto, ma penso che fosse probabilmente sul fiume Imjin. Sono salito sull'osservatorio per vedere le montagne del nord, le fattorie e gli edifici. Sono sempre stato interessato alla Corea del Nord. Quando ho visitato Israele, ho avuto sensazioni simili, il popolo lì mi è sembrato abituato ai conflitti con i paesi limitrofi. Vivere in un'area particolare potrebbe non essere l'unica cosa da temere. La vita va comunque avanti. Spero che un giorno possa arrivare un futuro positivo sulla penisola. Non è necessariamente un problema politico. A prescindere se le due Coree siano unificate o meno, spero che potremo aiutare le persone dall'altra parte. È una questione di pari possibilità. Posso viaggiare liberamente e vedere cose interessanti in TV, ma quelli dall'altra parte non hanno scelta.

Lo scorso anno, il vertice Sud-Nord è stato una questione importante nella penisola coreana . Ho visto molte notizie a riguardo.

Sorprendentemente, ero a Seoul il giorno in cui si è tenuto il summit inter-coreano. La nostra generazione non ha mai pensato che una tale conversazione potesse essere possibile. Ma c'è stata una tale conversazione, ed entrambe le parti si sono incontrate di persona. Penso sia stato un inizio davvero audace.

Tornando ai Linkin Park. Sono sicuro che sia davvero difficile, ma puoi dirmi come ti sei sentito quando hai saputo di Chester?

Era il nostro migliore amico. Mi manca. I ragazzi si stanno prendendo cura di loro stessi e delle loro famiglie, ognuno sta affrontando a suo modo i problemi. E... ora la band ha iniziato a parlare di fare nuova musica insieme.

I Linkin Park torneranno?

Forse entro 10 anni? (Ride) Potrebbe volerci meno, ma non voglio fissare una data scadenza. Vogliamo solo concentrarci sul presente e parlare della musica, non stiamo discutendo di piani nel dettaglio. Voglio tornare a quei giorni in cui facevo musica in un magazzino.

Se farete nuova musica, chi sostituirà la voce di Chester? State prendendo in considerazione l'assunzione di una persona esterna o di uno degli altri membri?

Tutte le possibilità sono plausibili.

Mi è stato detto che stai preparando una mostra fotografica per i Linkin Park.

Proprio così. Durante il nostro ultimo tour, ho preso la macchina fotografica e ho scattato foto agli altri membri. Mentre mi esibivo, ho scattato foto a tutti i ragazzi, come una specie di capsula del tempo. Sarà visibile a Pechino, in Cina e a Shanghai, tre città dal 27 aprile al 3 maggio. Mi piacerebbe portarla in Corea, ma non ho ancora trovato un posto adeguato.

Sei il primo musicista coreano-americano a vincere nella categoria popular music dei Grammy Awards. Come ti sei sentito a febbraio quando il gruppo K-Pop BTS è salito sul Red Carpet dei Grammy come vincitore?

Ero geloso. (Ride) In termini di talento, scrittura e capacità compositive, la Corea al momento è la migliore. La nascita di una boy band stabile è un messaggio al mondo che la Corea sa creare musica incredibile. I BTS riescono a parlare al mondo su diversi livelli. Rispetto i BTS come i miei compagni di classe, non con mio fratello o sorella. Sono una squadra che ha trovato i propri colori. Come per loro, spero che più gruppi K-pop possano per fare musica per i fan di tutto il mondo. È anche possibile fare album in inglese o in altre lingue. Prendiamo come esempio la musica latina. La musica latina è diventata musica mainstream ed ha un'enorme fanbase. Nel mondo, la popolazione asiatica supera il popolazione latina, quindi è tutto possibile.

Come è nato il video musicale "Waste It On Me"?

C'è stato un periodo in cui i BTS venivano pesantemente pubblicizzati a Los Angeles. Molti personaggi famosi dell'industria musicale sono andati allo showcase dei BTS, tra cui il manager di Steve Aoki, il quale ha presentato Steve ai BTS, e Steve ha detto di aver visto in loro un astro nascente. Quindi, da 'Mike Drop' a 'Waste It On Me', abbiamo iniziato a lavorare insieme. Poi è uscito il film 'Crazy Rich Asians', è stato un grande successo. È una rappresentazione molto importante per le persone orientali. Steve è giapponese-americano e io sono un coreano-americano, quindi abbiamo pensato che sarebbe stato adatto. Purtroppo, in quel momento i BTS non erano disponibili per girare video musicali. Allora ho intervistato il comico coreano Ken Jung, attori asiatici di Hollywood e scrittori influenti. È diventato una specie di video musicale di un festival per gli asiatici.

Quindi sei un dj, un artista, un regista di video musicali, un regista di film. Qual è la forza traiante tra vari campi?

In realtà, diventare un musicista è stato un incidente quasi casuale nella mia vita. Ho sempre amato la musica, ma non ho mai seriamente considerato di far parte di una rock band o di diventare un dj conosciuto a livello globale. Al college ho preso la laurea in arte ed ho sempre amato fumetti ed illustrazioni, il che mi ha portato ad essere un "narratore visuale". A volte penso con la vista, a volte attraverso l'udito. Le attività musicali sono fonte d'ispirazione per l'arte visiva e viceversa.

Dopo l'apparizione in Superband, pensi di fare altro nell'intrattenimento coreano?

Certo che voglio. Non mi interessano le attività pubblicitarie, ma non le eviterò se ne avrò un'opportunità. È stato inaspettato per me, tanto tempo fa, entrare a far parte dei Linkin Park. Voglio incontrare brave persone ed imparare cose nuove.

L'episodio pilota di Superband ha fatto il suo debutto venerdì alle 9pm su JTBC, ed è un progetto che Hahn ha sempre voluto fare, esprimendo alte aspettative per lo spettacolo.

Ho sempre voluto venire ad esibirmi qui. Quando ho ricevuto la chiamata per partecipare a questo show, ho pensato che fosse perfetto con il mio background nel mondo della musica.

 

Thanks to: LPFanClubWorldwide

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...