Chester ci parla del nuovo album

Scritto da Staff, il 01 Maggio 2014

Chester è stato intervistato da 3News e ha parlato della musica rock, di The Hunting Party e delle collaborazioni presenti nell'album.

 

Abbiamo tradotto l'intervista per voi:

Ogni volta che i Linkin Park pubblicano un nuovo album, lo ascolto a ripetizione per due settimane, ne vado in overdose. È musica per le mie orecchie. Dopo le due settimane passo solitamente a qualcos'altro, a volte lo riascolto, ma non mi ossessiono di nuovo. L'unico album a spezzare quel circolo vizioso è stato A Thousands Suns, uscito nel 2010, è tuttora uno dei miei album rock preferiti degli ultimi anni.

Ho sentito il gruppo per la prima volta nel 2000, alla pubblicazione di Hybrid Theory. Ricordo una recensione che ancora oggi associo all'album che diceva: "I Linkin Park hanno del roseo pop dipinto sulle loro "Unghie da 9 pollici" [In inglese"Nine Inch Nails", gioco di parole riferito al noto gruppo dell'Ohio, ndt]
Questa recensione aveva ragione, perché non importa quanto aggressivo,rumoroso o arrabbiato sia il gruppo, hanno delle melodie pop che ti entrano in testa.

Pop. Ecco perché sviscero ogni album per due settinane. Non è una cosa negativa -A me piace. Il punto è, tra poco ne potrò sviscerare un altro, perché il sesto album in studio dei Linkin Park esce il 17 giugno. Si intitola The Hunting Party e i critici che hanno potuto ascoltarlo usano parole come "più rumoroso","più potente" e "assoli di chitarra". Apparentemente sarà l'album meno pop del gruppo ad oggi, e da fan del Rock e dell'Industrial, sono contento di sentirlo.

Ho intervistato il frontman Chester Bennington un paio di volte ormai - di solito nel backstage quando devono suonare in Nuova Zelanda. È sempre umile, amichevole e in vena di risate. Mi piace anche il fatto che è contento di imprecare molto. Non per mettersi in mostra ma come per dire "Io e te siamo gli stessi, e possiamo imprecare l'uno di fronte all'altro". Ad ogni modo, Venerdì sono riuscito a parlargli al telefono. Abbiamo parlato del gruppo, delle sue influenze e di cosa possiamo aspettarci da The Hunting Party. Ci abbiamo messo un po' per far connettere la chiamata, dato che il suo telefono continuava a far cadere la linea, ma sotto c'è la nostra discussione.

Mi dispiace per tutto questo!

Oh no, è il mio telefonino, è una merda!

Cosa stai usando, che modello hai?

iPhone 5.

Fa schifo. Torna al 4!

Mi sento come alcuni vecchi fan dei Linkin Park ai tempi di Hybrid Theory! Sai, continuerò a comprare l'iPhone perché ho apprezzato molto il primo modello, e continuo a sperare che facciano un altro telefono altrettanto buono! Però loro [Apple] non ci sono riusciti. Credo però che noi abbiamo sicuramente manenuto le aspettative con quest'album [The Hunting Party].

Beh, mi emoziono quando si parla di utilizzare un sacco di chitarre in questo disco; perché è qualcosa che amo. È stata una decisione ovvia da prendere, o si è capita organicamente?

Sai, in realtà è molto interessante come sia successo . Stavamo lavorando su un mucchio di canzoni, per tanto tempo, ed eravamo stati tutti a scrivere demo per circa sei mesi , prima abbiamo iniziato a lavorare sulle canzoni appositamente per l'album. Scrivevamo sempre. Così, Mike [Shinoda] aveva lavorato molto probabilmente - sicuramente - sul maggior numero di canzoni. Mike è il più creativo del gruppo. Così stavamo scrivendo roba che era davvero in linea con un sacco di cose che stanno succedendo in questo momento. Stiamo ascoltando un sacco di alternative , indie rock, e ci piaceva un sacco . A noi piace scrivere musica pop, sai. Ci piace aggiungere un po' di oscurità, ma siamo sempre stati conosciuti per le nostre canzoni più pop. E ci stavamo dirigendo in una direzione simile. A un certo punto Mike stava ascoltando alcuni gruppi, e si rese conto che stava scrivendo canzoni uguali a quelle che stava ascoltando, ed ebbe una realizzazione del tipo: "Questo non è quello che voglio fare. "C'è così tanto di questa roba proprio ora , tutto ciò che accingiamo a fare è semplicemente aggiungere rumore al rumore . E che palle." Così abbiamo cestinato tutte quelle canzoni, penso che le abbia fatte sentire a me per primo , e mi disse: " Ascoltate questo ragazzi, questo più o meno dove voglio andare [musicalmente] : Fatemi sapere se è troppo pazzo. "E così mi fece ascoltare ciò che ora è l'introduzione di Guilty All the Same. E io ero come "Ah, sì cazzo! Facciamo questo tutto il giorno, tutti i giorni, su tutte le tracce!"

Questo è interessante, perché ho avuto una conversazione surreale con Rob Zombie un paio di mesi fa, e lui era fondamentalmente d'accordo sul fatto che che il rock stia morendo, e io non sono sicuro di essere d'accordo con lui.

Onestamente, ecco cosa ci ha spinto a fare questo disco. Accendo la fottuta radio, e tutto quello che sento è rock sicuro. Non è un'insulto a uno di questi gruppi, ci sono un sacco di gruppi che amo, amo gli Arcade Fire; Penso che siano un grande gruppo. Amo i Naked & Famous; Penso che siano un grande gruppo. Ci sono così tanti grandi gruppi,ed è difficile scegliere. E quando ascolto la radio questo è tutto quello che sento, e ora tutto quello che sto ottenendo sono versioni rigurgitate di questi gruppi.

Vuoi fare musica più cazzuta?

Non voglio altre 17 versioni dei Phoenix ! Non voglio 17 versioni degli Arcade Fire . Voglio gli Arcade Fire , e un altro gruppo figo [ risate ] . E a volte voglio ascoltare roba pesante . E vado ascoltare roba pesante moderna, la spengo e vado indietro e ascoltare cose che ho ascoltato crescendo. E dico a me stesso: " Perché è così? Perché non c'è niente nel mondo hard rock di fottutamente impressionante? "

Ok allora, vorresti nominare un paio di album hard rock che hai amato?

Ah, The Land of Rape and Honey dei Ministry, quello è un album hardcore che ho amato , e aggiungerei Around the Fur dei Deftones, un altro grandioso album hard. Poi i Bad Brains, l'album con 'Secret 77'.

Qual è il tuo album preferito dei Nine Inch Nails?

Probabilmente The Downward Spiral, anche se il loro primo album è incredibile. E amo gli Skinny Puppy, i Metallica. Ascolto i Subhumans, i Circle Jerks, i Ministry e i Misfits. I Descendants. Queste sono tutti i gruppi con cui sono cresciuto. E poi c’è il rock, gli anni novanta sono stati un grande momento per il rock, era come se tutti i miei generi preferiti arrivassero insieme. Come i Metallica che incontrano il punk, il thrash che incontra l’anima! E ci sono stati gruppi di Seattle come i Nirvana, che amo. E gli Alice in Chains, ovviamente. E da LA sono arrivati i Red Hot Chili Peppers, i Jane’s Addiction, sono cresciuto ascoltando questa roba. E gli Stone Temple Pilots! Queste sono i gruppi che mi hanno fatto venir voglia di fare musica.

Per te deve essere stato assurdo, voglio dire, cavolo, sei con gli Stone Temple Pilots ora, Chris Cornell ha aperto per voi. Ti sarai dato qualche pizzicotto a volte!

E' sicuramente una figata! Non ho avuto solo un’esperienza tipo, "Merda! " Questa è la mia vita, tutto ciò è folle! Passo quei momenti sempre, perché faccio musica con le persone che amo.

Deve essere bello.

E' davvero fantastico. I fan dei Guns n’ Roses sognano il giorno in cui Steve Adler si è (ri)messo a suonare la batteria con Slash e Dust, suonando canzoni dei Guns e io ero il ragazzo che era lì a cantare con loro quando l’hanno fatto. Cazzo, che figata! E così mi sono fatto un sacco di grandi amici, ho incontrato un sacco di miei eroi che sono diventati amici, sono tutti grandi ragazzi. E siamo tutti accomunati dalla stessa cosa: ci piace suonare. E non la prendiamo più seriamente di così.

Verissimo - bisogna ricordare che è solo musica, sai?

Sono entusiasta che la musica che faccio con i Linkin Park abbia un essetto positivo sulla vita delle persone. E’ qualcosa di molto, molto bello. E mi piace questo della nostra musica. Ma faccio musica perché è divertente, sai? E riesco a farlo per una vita, le persone che rispetto e le persone con cui ho fatto musica nel corso degli anni hanno tutti questo in comune. E quelli che hanno più successo sono quelli che si comportano come quando eravamo adolescenti. Alcuni dei concerti più divertenti della mia carriera professionale sono stati quelli con i Camp Freddy, dove ho suonato con Dave Navarro [Jane’s Addiction], Chris Chaney [The Living End] e Billy Morrison [The Cult], abbiamo fatto cover e farlo gratuitamente al Roxy... E’ una figata!

Che vita fortunata. Adesso, cambiando discorso. So che non puoi dire troppo fino all'uscita dell'album , ma c'è qualcosa su questa nuova release di cui siete particolarmente entusiasti? So che Daron dei System ha collaborato.

Beh, ne abbiamo parlato abbondantemente, tutto ciò che c'è da sapere sull'album è lì fuori. Abbiamo collaborato con della gente per la prima volta , ed è stata un'esperienza entusiasmante . Abbiamo lavorato con Page Hamilton degli Helmet , Rakim , Daron dei SOAD . L'Abbiamo prodotto noi stessi [l'album] , così Mike [ Shinoda ] e Brad [ Delson ] hanno prodotto questo disco . Ci siamo sentiti veramente come se avessimo bisogno di essere ispirati e muoverci in un'altra direzione . Ricordo che quando arrivò Page, Mike aveva scritto questo ritornello , e la sua voce aveva questo tono , ed era diverso da qualsiasi cosa che avevo sentito da lui prima . E io ero come , "Amico questo è figo , questo suona come una canzone degli Helmet ! È cool! " E ci siamo detti , "Amico , perché non vediamo se riusciamo a far partecipare Page in questa canzone? " E se è per questo che la canzone suona esattamente come dovrebbe, allora perché andare direttamente alla fonte!

Yeah, facciamolo partecipare!

Sì, ed è venuta fuori una bomba! Sai, abbiamo avuto una jam session con Tom Morello [ Rage Against The Machine , Audioslave ] e ci siamo divertiti un mondo. Quindi abbiamo pensato che ciò potesse portare delle cose positive, dopotutto è divertente collaborare con questi ragazzi. Poi abbiamo coinvolto anche Daron,quel ragazzo è fuori di testa!

Tom è divertente,no? È bravo.

Lui è fantastico,è un ragazzo molto tranquillo. E si sa, lo lasciamo entrare nel mondo dei Linkin Park , che è molto fottutamente tranquillo! [ risate ]. Voglio dire, è come, " Hey , che cosa vuoi fare oggi? Non so , cosa vuoi fare tu? " Amico , è come , troppo accogliente perché è come la domanda "Cosa vuoi per cena?", e tutti dicono cose del tipo "Qualsiasi cosa, a me non cambia." E nessuno dice davvero qualcosa!

Tom è ovunque. Era qui in Nuova Zelanda con Springsteen l'altro mese.

Sai,lo abbiamo invitato senza aspettative . Non avevamo aspettative per tutto questo. E se funziona,e ci stimiamo a vicenda e ci divertiamo, allora le nostre aspettative crescono. Ma divertiamoci e basta prima, non credi? L'abbiamo fatto collaborare, gli abbiamo fatto sentire qualche nostra canzone e gli abbiamo detto: "Se c'è qualcosa che ti piace e che vorresti modificare o robe del genere, allora possiamo fermarci e lavorare su quello. E se c'è qualcosa che hai scritto che vuoi farci sentire, allora lavoreremo su quello." Così gli abbiamo fatto ascoltare alcune canzoni e le sue reazioni erano del tipo: "Ragazzi, farò quello che volete su queste canzoni [ma] non so se si possano nemmeno migliorare!" E andò avanti così. "Figo, grandioso, grazie! Quindi...Tu hai qualcosa?" E ci ha fatto ascoltare 'Rebellion' e aveva un riff e un ritornello. E pensavamo tutti "Yeah, facciamo questo tipo di roba!" E così fu. Abbiamo registrato la traccia in un paio di giorni,Daron suonò la chitarra e il basso, e lasciò l'adattamento della canzone e la stesura dei testi e me e Mike. Abbiamo scritto questa canzone fottutamente cazzuta. Ed è una delle mie preferite del disco.

Sarà bello sentire tutto l'album. E caspita , mentre questo sta accadendo , tra poco dovrete suonare tutto il vostro album di debutto,Hybrid Theoy! Questa dev'essere una esperienza surreale per voi!

[ risate ] Lo sarà.

Come andare indietro nel tempo. Ma sarà divertente, immagino.

Sì, sara qualcosa di divertente. Ci sono solo tre o quattro brani che non abbiamo già suonato davvero, fin dal primissimo tour. Perciò ci sarà da divertirsi. Penso che sarà la parte più entusiasmante della giornata per me: non so se riusciremo a spaccare sin da subito...Non ho ancora visto la scaletta...Non so se ci sarà subito [da suonare] Hybrid Theory oppure suoneremo prima un set e poi usciremo a suonare Hybrid Theory. Ma non vedo l'ora che appena i fan sentano l'intro di Papercut...

Impazziranno.

Sarà divertente.

Sei stato al Coachella quest'anno? Eri ad uno dei week-end?

No, stavo lavorando al materiale dei Linkin Park.

Devi farlo.

[risate] Già. Il Coachella è un bel posto dove andare, se sei un fan della musica. Ma allo stesso tempo è diventato un po' come il movimento hippie. Nella fase iniziale è stato incredibile. "Sì amico, andiamo a vedere i gruppi", e girava tutto intorno alla musica. Si andava a vedere un sacco di gruppi che normalmente non si vanno a vedere, perché non sono importanti, ma sono fighi. E anche gli headliner non erano i più grandi gruppi del mondo, ma erano interessanti. Ora vanno là giusto per drogarsi e fare sesso. Ringo Starr [batterista dei The Beatles, ndr]disse la sua riguardo al movimento hippie quando qualcuno gli chiese come si sentiva quando la gente lo denominava hippie, e lui era come per dire "All'inizio andava bene, perché ero un hippie. Sono un hippie. Capisco tutte le cose che un hippie rappresenta." Poi era lì per dire, "Ma ora, non ci sono più hippie là fuori, soltanto persone che voglio drogarsi e fare sesso. Ed è semplicemente indecente." [risate]

Sì, ero solo curioso perché abbiamo alcuni connazionali laggiù quest'anno. Naked and Famous, Lorde… e ho guardato gli stream con trepidazione.

Ma... Facendo io stesso parte dello stile di vita rock n' roll, -e non sto giudicando-, penso che sia fantastico che esista un posto dove la gente possa divertirsi e pensare ad ascoltare grandi gruppi. [Ma] questo non implica che parteciperò.

Legittimo. Preferisco che tu finisca il tuo lavoro. Guarda, volevo solo dire che ammiro il lavoro che voi ragazzi fate, avete il gruppo- ma siete entrati nel mondo dei film, con svariati membri del gruppo, Mike con la colonna sonora di The Raid o voi tutti che lavorate sulla roba di Transformers. Avete questa intera visione estetica. É stata una sorpresa vedere come tutto ciò è venuto di pari passo con la musica che fate?

No. Sai, Mike e Joe si sono diplomati entrambi a una scuola d'arte molto prestigiosa qui a Los Angeles. Sai, questi ragazzi sono davvero bravi in ciò che fanno. hanno una grande visione e hanno le capacità e il metodo per eseguire ciò che gli serve fare. Le persone che sanno come aiutare eseguono. Quindi no, non mi sorprende. É qualcosa che è stato importante per noi per tutto il tempo e vogliamo che il gruppo sia inconfondibile in ogni modo. E quando senti la nostra musica vogliamo che appena senti la prima nota tu dica "quella è una canzone dei Linkin Park" e che quando guardi qualcosa la prima cosa che pensi sia "questi sono i Linkin Park". Perciò abbiamo proprio intenzionalmente cercato di creare una visuale estetica che mostri chi siamo e cosa pensiamo che la nostra musica rappresenti, musicalmente, in una visione ottica.

Per quanto tempo pensi che continuerai a fare questo? Stavo pensando a questo. Ho visto i Queens of the Stone Age e i Nine Inch Nails che hanno fatto un tour per tutta la Nuova Zelanda recentemente, e sai, quei ragazzi stanno invecchiando, ma suonano bene come hanno sempre fatto. Avete una timeline per il vostro gruppo in mente o semplicemente suonerete finché vi verrà naturale?

Ho intenzione di farlo finché la mia voce me lo permetterà.

Sta tenendo bene!

La cosa interessante è che ho incontrato tante giovani gruppi solo in quest’ultimo anno, che hanno detto che sono stati ispirati dal mio gruppo. Ed è davvero bello. E' molto bello sentire la nuova ondata di giovani musicisti parlare di noi in quel modo, perchè tendo ancora a pensare a noi come “i ragazzi nuovi” [risata] fino ad un certo punto. Ma onestamente,sai , la maggior parte dei gruppi vogliono prendersi cura di se stesse. Per la maggior parte. Cioè - vogliamo fare musica. E ci sono alcune persone là fuori che sono alle prese con altre cose, e va bene, la maggior parte dei musicisti che conosco mettono i loro live, la loro arte e il loro mestiere prima. Quindi non è raro. E penso che vedrete un sacco di gruppi durare a lungo. L'anomalia dei Rolling Stones morirà con loro. Letteralmente. Perchè la maggior parte delle generazioni di gruppi stavano morendo a destra e sinistra. E non vivevano lo stile di vita che era favorevole per una lunga vita. E al giorno d'oggi, la maggior parte dei ragazzi che conosco lavorano e mangiano adeguatamente, escono e festeggiano e…

Si fanno furbi. Vanno in palestra il giorno dopo.

Si, poi si svegliano e vanno in palestra, e non parlano tutto il giorno perché hanno bisogno di far riposare la voce. È così, sono persone serie. Ed è bello trovare un equilibrio, un buon equilibrio, con i performers adesso. Si stanno divertendo, stanno lavorando sodo, e stanno migliorando in quello che fanno. È quello ciò che vuoi fare. Ti rende migliori di tutti gli altri. Perciò è bello essere in un ambiente dove questo capita più spesso delle volte che non accade.

Hey parlando dell'andare in Nuova Zelanda con questo disco, pensi che succederà nel prossimo anno o giù di li? O state pensando ad uscire prima in America e poi penserete al resto del mondo in seguito?

Beh, non so quando verrà la fine di questo tour quindi, so che vogliamo davvero girare in tour molto più di quanto abbiamo fatto con l’ultimo disco. Sai, abbiamo detto ai nostri fans, beh, devo dire che io ho detto ai nostri fans che avremmo fatto uscire un disco ogni 18 mesi [risate]. E questo è stato sei anni fa. E abbiamo fatto uscire un disco ogni due anni da quando ho detto questo. E mi congratulo con i miei compagni di gruppo per non aver riso di me dicendo “Si, che bello, grazie per averlo detto, ma non succederà mai!”

Tipo :”’Fanculo!”

Ma in realtà, quando lo si fa, il processo è grande. Abbiamo fatto tre grandi dischi, e penso che le nostre capacità e la nostra fiducia siano in crescita. Così mi piacerebbe vederci in tour un po' di più, e penso che anche gli altri ragazzi lo vorrebbero. Quindi non mi sorprenderei se fossimo ancora in tour 18 mesi dopo [l'uscita del disco]. Vogliamo andare in Sud America e in Sudafrica, e l'Australia, Nuova Zelanda e l'Asia. Il mondo è abbastanza grande. Ci vuole tempo girarlo. Quindi vi vedremo presto ragazzi!

Quali sono stati i vostri tre grandi dischi? Come li considerate?

Beh, i tre dischi a cui mi sto riferendo sono quelli che abbiamo fatto uscire negli ultimi 6 anni. Sai, penso che “A Thousand Suns”…

Amo “A Thousand Suns”!

Amico, è una di quelle cose per la quale non saprei davvero dire come mi sento in realtà al riguardo, perché è un disco che ho fatto io. Ma se fossi al di fuori del gruppo e semplicemente un appassionato di musica direi che è uno dei miei dischi preferiti degli ultimi 10 anni. E poi credo davvero che Living Things è stato un altro prodotto solido di grandi canzoni. Voglio dire, c’erano alcune grandi canzoni in quel disco. Mi sentivo come se quell'album fosse necessario, come se dovessi andare a fondo di questo album così heavy. E questo disco che nessuno ha ancora sentito, penso sia solo una presa di posizione. È solo una presa di posizione. E come ho detto, tendo ancora a pensare a noi come “i ragazzi nuovi”, come se stessimo appena iniziando. Quindi non mi stupirei se continuassimo ad girare in tour e producendo dischi e andare in tour e producendo dischi, finchè…

Non sarai morto.

...A corto di carburante! [risate]

Sì: morto o a corto di carburante. Chissà chi sa cosa verrà prima.

Poi dovremo trasferirci su un altro pianeta e prosciugare le sue risorse!

Beh, hanno trovato un altro pianeta a 500 milioni di anni luce di distanza che è abitabile, a quanto pare. Quindi ecco fatto. Quello potrebbe essere il posto.

Amico, non avevo capito fosse così vicino!

A soli 500 milioni di anni luce. Dobbiamo solo programmare il viaggio e saremo a posto.

Ci vorrà solo più della storia della nostra esistenza umana per arrivarici. In viaggio nello spazio profondo! Piuttosto realistico.

Dobbiamo solo capire un paio di cose per farlo funzionare. Ma hey - chissà di che cosa siamo capaci.

Beh qui c'è qualcosa che deluderà un sacco di gente. Un viaggio nello spazio intergalattico non è possibile, quundi smettiamo di pensarci! E' molto più divertente farci una storia e scriverci libri, piuttosto che investire tempo nel farlo.

Smettila di riportarci alla realtà Chester.

Già. Voglio dire, si chiama fisica! [risate]

Alcune parole di commiato alle persone della Nuova Zelanda, sir?

Beh, una: voglio solo dire grazie ragazzi per il sostegno al gruppo e non vediamo l'ora di tornare là, perché vogliamo davvero suonare questo nuovo album per le persone. Speriamo di vedervi presto ragazzi. E continuare a pompare la buona musica della Nuova Zelanda. Il mondo ha bisogno di più artisti neozealandesi. Quindi non so cosa voi ragazzi state facendo laggiù, ma sta funzionando, continuate così.

Cosa pensate delle parole di Chester? Per quali delle tre collaborazioni presenti in The Hunting Party siete più eccitati?

 

Fonte: 3News
Traduzione: Noir, Dennis Radaelli, Lorenzo, Gazza

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...