Intervista telefonica a Brad

Scritto da AlienLovesLP, il 05 Settembre 2011

Brad è stato intervistato telefonicamente poco tempo fa da Philistar.

Ecco per voi cosa ha detto.

Manila, Filippine – Se i Linkin Park non sembrano affatto la band rock/rap-metal di dieci anni fa in questo ultimo album intitolato ‘A Thousand Suns’, l’allontanamento dai suoni iniziali che hanno contrassegnato la band è stato intenzionale.

In una esclusiva intervista telefonica con Brad Delson, un membro fondatore del gruppo, lui esprime la sua gratitudine per il supporto generato per il nuovo sound del gruppo.

“ Sono veramente orgoglioso di A Thousand Suns. È stato veramente un lavoro fatto col cuore. E apprezzo tutto il meraviglioso supporto che abbiamo ricevuto, perché è stato veramente un gran cambiamento rispetto ai nostri primi album”, dice il chitarrista 33enne sul quarto album della band residente a Los Angeles, e vincitrice di un Grammy.

I Linkin Park, i quali altri membri sono Chester Bennington (voce), Rob Bourdon (batteria), Dave Farrell (basso), Joe Hahn (giradischi e tastiera) e Mike Shinoda (voce) hanno sfondato sulla scena musicale nel 2000 con il loro primo album Hybrid Theory. La band ha continuato sulla sua calda scia con il successivo rilascio di Meteora e Minutes To Midnight, rispettivamente nel 2003 e nel 2007.

Dopo aver lavorato sull’album ogni giorno per due anni, A Thousand Suns è stato rilasciato lo scorso Settembre. Brad ha definito l’album come un ‘atto di fede’, incoraggiato dalle più grandi speranze che si sarebbe legato ai fans nella stessa maniera con cui si era legato a loro. E A Thousand Suns ha dimostrato di essere stato un successo commerciale, debuttando al primo posto negli USA e nelle prime posizioni nelle classifiche europee. Tra le sue hits sono incluse The Catalyst e Iridescent, che è stata usata nella colonna sonora di Transformers: Dark Of The Moon.

“Ispira  ad essere capaci di andare in studio, e creare la più onesta ed ispirata musica (che è) ogni volta differente. E avere fans che si uniscono a questo nostro percorso è stata una delle più eccezionali benedizioni” ha detto Brad.

Il nome dell’album è stato ispirato da una scrittura Indù Sanscrita, il Bhagavad Gita: “Se lo splendore di mille soli dovesse scoppiare in una sola volta nel cielo, sarebbe come lo splendore del più potente” – una citazione immortalata dallo scienziato J. Robert Oppenheimer in riferimento alla bomba atomica.

L’album è composto da 15 tracce, che includono anche interludi musicali e famosi discorsi di attivisti americani con Martin Luther King Jr. e Mario Savio. Tutto ciò va oltre i suoni ‘organici’ e guidati dalla tecnologia, e per questo A Thousand Suns ha meritato il plauso della critica per la rottura degli schemi e la sfida delle convenzioni.

“È un concept album nel senso che è una narrazione coesa – un viaggio creativo nel quale noi stessi mandiamo l’ascoltatore. Non è concettuale nel senso letterale, ma è concettuale perché è un album coeso rispetto ad una sola raccolta di canzoni” ha detto Brad.

In verità, uno lo può guardare come un album in cui suoni ed idee interagiscono. Mentre la capacità dei Linkin Park di scrivere testi è stata giudicata come profonda ed intensa, sembra che ora sia diventata ancora più profonda, senza citare in generale A Thousand Suns. Sembra addirittura un commento se si ascolta la band parlare della paura di una guerra nucleare.

“Ha sicuramente, potrete dire, un tema a sfondo politico e globale, ma ad un livello personale, come il livello dell’inconscio, non direi che ci sia un messaggio così palese.. È più di un’esplorazione emozionale o inconscia delle paure con cui ci confrontiamo giornalmente” ha detto Brad. “La sostanza emotiva nell’album è qualcosa che risuona nella maggior parte di noi”.

Questo va a completare ciò che i critici hanno fatto notare, come gli elementi fondamentali che hanno fatto di questo album un album rock hard – le linee di basso pulsante, le chitarre battenti,  le dosi di acustico, i versi di rap crudo e i ritmi tribali.

Brad ha anche detto che gli arrangiamenti per le canzoni hanno ricevuto una tacca in più per quanto riguarda la difficoltà. “Abbiamo degli arrangiamenti davvero eclettici, che è quasi impossibile immaginare come suonarli live. Richiedono un sacco di flessibilità e di ingegno. Un brano preferito dovrebbe essere When They Come For Me, perché qui arrivo a suonare la batteria, la chitarra e a cantare un po’. È veramente una sfida suonare questa canzone ogni volta”.

Durante i sei mesi passati, i Linkin Park hanno promosso A Thousand Suns, e questo mese il gruppo va in Asia.  Il più importante dei concerti in Asia è la performance durante il Race Day (25 Settembre) della Formula 1: Singapore Grand Prix. Questa è la loro seconda volta in cui sonano come headline in un evento della F1; la prima volta è stata ad Abu Dhabi.

Il gruppo si esibirà anche a Bangkok, a Hong Kong e in Giappone. Peccato che non verranno nelle Filippine. “Ma speriamo che qualcuno dei nostri fan nelle Filippine possa venire in uno dei nostri show in Asia, in particolare in Singapore” ha detto Brad.

Lo scorso mese la band ha tenuto un ‘secret show’ negli Stati Uniti che è servito come una raccolta fondi per le vittime dello tsunami in Giappone. È stato un gesto di beneficienza della band sotto la fondazione Music For Relief, che fornisce aiuto alle vittime delle catastrofi in tutto il mondo.

“La cosa veramente interessante nel far parte di questa band è che ci sono diverse opportunità, non solo per l’espressione creativa o per il business. Farne parte, ci ha anche messo in condizione di poter aiutare le persone. Sono personalmente interessato in tutto questo, e mi piace farlo” ha detto Brad.

Brad, che si è laureato summa cum laude alla UCLA con una laurea in scienze della comunicazione, ha creato con la moglie un fondo di borse di studio che premia ogni anno le borse di studio quadriennali alla UCLA. Siede anche nel consiglio di amministrazione di un’organizzazione senza scopo di lucro chiamata Little Kids Rock, che dona strumenti musicali e un’istruzione ai bambini meno abbienti nelle scuole pubbliche negli Stati Uniti.

È interessante notare che il 2011 sia un anno chiave per la band, come è stato 15 anni fa il 1996, l’anno in cui la band si è costituita.

“Questo mi fa sembrare davvero vecchio” ha detto Brad ridendo. “Ma è stato fantastico, perché quando abbiamo cominciato a suonare insieme lo abbiamo fatto solo per divertimento. Non avremmo mai pensato che saremmo stati pagati per farlo, che avremmo girato il mondo, incluse le Filippine, prima di grandi persone. Quindi, è davvero una benedizione ed io cerco di non darla per scontata”.

Come è la band al di fuori del palco, e cosa più importante, cosa li tiene uniti? “Tutti sono veramente fantastici, goffi e divertenti. Quando non siamo sul palco, l’energia è molto leggera, c’è un sacco di commedia amatoriale. La parola chiave è ‘dilettante’” ha detto. “Prima che la band cominciasse eravamo amici. Ne corso degli anni abbiamo lavorato duramente per essere rispettosi gli uni degli altri. Come invecchiamo e, sperando, diventiamo più saggi, anche il livello di amicizia cresce”.

Chiestogli quale sia il segreto dei Linkin Park nell’essere così energici, ha riflettuto: “Penso che i principi fondamentali per i mattoni della longevità siano stati onestà creativa, apertura al rischio e integrità. Da quest’ultima, si intende che non pensiamo a come possiamo fare che questa o quella canzone faccia sentire le persone in un certo modo su di essa. Creiamo musica che ispira noi”.

E non c’è nessun elemento che faccia fermare la band dal mantenere l’integrità e dal rimanere fedeli a se stessi, come sta attualmente succedendo con il loro quinto album, che Brad ha detto essere meno ‘rumoroso’ e con soggetti più seri e controversi.

Brad ha detto, “In termini di lavoro la band, lo stage.. è sempre un bersaglio mobile. Posso parlare per me e dire che sono molto riconoscente delle opportunità che abbiamo artisticamente. Sono molto orgoglioso della musica che stiamo continuando a fare. Mi piace come le cose continuano a cambiare ed evolversi”.

 

Thanks to: mikeshinodaclan

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...