Chester parla dello show segreto di Los Angeles

Scritto da pink_lady, il 10 Agosto 2011

In un'intervista a Noiscreep, Chester ha raccontato alcuni particolari dello show segreto di Los Angeles, che si terrà il 31 Agosto e il cui ricavato andrà alle vittime dello tsunami giapponese.

Qui sotto trovate l'articolo completo.

I Linkin Park stanno organizzando uno show segreto in un posto molto intimo di Los Angeles per il 31 Agosto 2011 come ricompensa per i propri fans, che i Linkin Park hanno sfidato nella raccolta fondi di Music For Relief a beneficio delle persone colpite dallo tsunami in Giappone. Ogni fan che dona almeno 500$ per questo suo gesto verrà invitato come ospite ad assistere allo show. La raccolta fondi rimane aperta fino al 24 Agosto e se raggiungete la somma prevista, potrete godere di numerosi vantaggi, come incontrare la band, avere strumenti autografati e guardare lo show mentre si svolge sul palco.

Noiscreep ha parlato con il cantante dei Linkin Park, Chester Bennington, riguardo a come questa iniziativa di carità aiuti ad ottenere maggiore consapevolezza sui fatti e sul perché la band abbia chiesto ai propri fan di essere più attivi facendo una donazione. È un modo intelligente di portare i fans ad un cambiamento nella società e di insegnare loro come modificare il proprio comportamento per aiutare il prossimo.

Si spera che mentre state leggendo questo articolo, iniziate anche voi a finanziare i fondi.

Perché i Linkin Park hanno deciso di coinvolgere i fans in questa iniziativa di carità?

Mentre pianificavamo il tour, immediatamente dopo che il terremoto si è abbattuto sul Giappone, abbiamo cercato un modo per convincere la gente a donare denaro e tempo per partecipare nell’aiutare questa nazione, specialmente dal momento che il Giappone è una nazione che agisce subito quando c’è da aiutare gli altri Paesi e tutto il suo popolo è molto generoso. Volevamo trovare dei metodi per tenere i nostri fans interessati alla donazione di denaro, poiché è già capitato che abbiamo chiesto loro un aiuto per altri disastri o cause in generale. Volevamo fare qualcosa di speciale.

Una delle nostre idee era di trovare un modo per donare soldi da uno dei nostri concerti di Music For Relief. Avevamo molte idee, ma racchiudevano un concetto ampio, quello di organizzare concerti in cui tutti i soldi raccolti andassero a Music For Relief e questo sintetizzava tutto ciò che volevamo fare. Abbiamo chiesto ai nostri fan di creare il proprio sito su secretshowforjapan.com. Entrate, create una pagina, raccogliete i soldi e più se ne raccolgono più si ha la possibilità di vedere la band dal palco. Questo ha esaltato i nostri fan, l’idea di poter fare qualcosa che non tutti possono fare, cioè vedere i Linkin Park in un piccolo ambiente, affacciarsi ed incontrarci. I soldi donati in questo modo non vengono solo dalla band. È fantastico, ma la cosa che più dà problemi quando si tratta di donare soldi è ciò che la gente dice.

Penso sia più importante avere 50000 persone che comprano un biglietto della lotteria, che una persona che dona un milione per una causa.

Come sta andando la raccolta fondi con i fans?

I nostri fans hanno risposto bene e ci accorgiamo che quando chiedi alla gente di raccogliere dei soldi siamo in una situazione difficile, benché sia un’operazione di carità. Non è come chiedere a qualcuno di essere il 100° chiamante per vincere i biglietti di uno show, devi andare a raccogliere 500$ di botto. Questo comporta molto lavoro. Per un bambino raccogliere 500$ sarebbe straordinario, ma sappiamo che è un obiettivo difficile da raggiungere. Stiamo facendo bene per i soldi che abbiamo raccolto.

C’è qualcosa di particolare che vorresti dire ai fans che non hanno iniziato una raccolta fondi o che sono ancora indecisi?

Una delle cose più belle è che stai aiutando tantissime persone. Fare un gesto carino è ragguardevole, ma questa è una cosa che racchiude molti piccoli gesti. Chiunque partecipa viene ricompensato con qualcosa di particolare, quindi tutti provano a fare qualcosa. In questo spettacolo non ci saranno molte persone e questo è ciò che noi vogliamo. Stiamo cercando le persone più spinte che facciano l’impossibile per ottenere quei soldi. Potrebbero essere anche solo poche centinaia di persone e questo è intrigante. Tutti coloro che lo faranno parteciperanno. Non daremo biglietti a chi non lavora per questo scopo. Sarà un raduno di fans “estremi” dei Linkin Park. Non stiamo certo parlando di una donazione di 10$.

È ingegnoso il modo in cui avete integrato tutto questo con i fans. Questo non sarà uno show da “sold out”; sarà una ricompensa ai fan per i loro sforzi caritatevoli. Sarà come un concerto per un intimo fan club in cui i donatori si sono guadagnati il diritto di essere lì.

Esattamente. Quando Ron Artest (giocatore dell’NBA) mette in vendita il suo anello, i biglietti della lotteria sono 2$ l’uno, la gente ne parla e questo è molto importante. Sempre più gente ne parla e si vuole verificare come stanno andando le cose, facendo attenzione agli effetti a lungo termine. È difficile dimenticare queste cose finchè ognuno ha la propria vita e in posti diversi. Ma i disastri naturali hanno un tempo più lungo per la ripresa, ed è questo uno dei motivi per cui abbiamo fondato Music For Relief. I disastri naturali colpiscono ovunque, senza programmare nulla, e senza riguardo per ciò in cui credi o per ciò che sei. Ci vuole molto tempo a ricostruire gli edifici, le famiglie e le case, quindi questo è un potente modo per coinvolgere le persone.

Farete cose particolari durante lo show, come per esempio la cover di Rolling in the deep di Adele?

In questo contesto non mi viene da pensare a noi mentre suoniamo la cover di un altro artista o vecchie canzoni. Ciò che c’è di speciale in tutto questo non è la performance dei Linkin Park in sé, ma il fatto che la performance sia con i B’z, il gruppo che ha venduto di più in tutti i tempi in Giappone. Loro non fanno molti spettacoli qui, perciò questa sarà un’occasione speciale per i fans americani, e per quelli di tutto il mondo, che parteciperanno. Per la nostra performance, stiamo focalizzando l’attenzione sul suonare canzoni da tutti i nostri quattro dischi in studio. Vogliamo assicurarci di realizzare un grande spettacolo, incontrare tutti, ritrovarci e ringraziare ciascuno personalmente. Proviamo sempre ad incontrare i fan, ma questa è tutta un’altra cosa.

Fonte: Noisecreep.com

Thanks to: LPTimes.com

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...