Reanimation (2002)

1
2201
3
2921
4
2160
5
2007
9
1997
10
1823
11
2283
12
1790
13
1943
14
1973
15
1922
16
1911
17
1944
18
1942
19
2320
20
2130

Descrizione

Non si tratta di un vero e proprio album, ma di una raccolta di remix pubblicata il 30 Luglio 2002, con tutte le tracce remixate di Hybrid Theory, più My December e High Voltage. Inizialmente Mike Shinoda voleva realizzare un semplice EP con alcuni Remixes ma Brad Delson e Joe Hahn hanno incitato Mike Shinoda a portare avanti un intero album di remix, lavorando con una serie di artisti più o meno famosi per collaborare insieme e reinterpretare (in chiave Hip-Hop) le canzoni dei loro lavori precedenti.

Più che un semplice Remix album viene per cui definito una sorta di album in studio in cui la band cerca di esplorare nuove vie sonore e reinterpretare alcuni sound ed alcune canzoni, rimuovendo talvolta le parti cantate da Chester e dando maggiore spazio all'Hip Hop (al contrario del lavoro precedente). Un lavoro "sperimentale" abbastanza apprezzato da pubblico e critica ma disprezzato da alcuni fan che lo hanno considerato un lavoro prettamente commerciale.

Con il suo stile riesce a catturare consensi sia dal panorama Hip Hop che in parte poteva "disprezzare" il precedente CD della band, sia dal panorama Underground / Nu-Metal, con i suoi stili influenzati ed il classico Vibe dei Linkin Park. Come dicono i LP si tratta di Linkin Park reinterpretati con Hip-Hop ed Elettronica. Come una sorta di "altro lato" della musica della band.

La band ha assegnato a questo CD un concept particolare, poi riproposto nel video del singolo Pts.of.Athrty: ognuno dei membri della band è stato ridisegnato con un suo avatar robotico, in stile "robot giapponesi" come nella serie dei Transformers o in tanti altri anime giapponesi. Quindi ognuno dei 6 possiede 1 "alter-ego" robotico, con le sue "armi" e le sue capacità. Questi 6 alter-ego possono unirsi per formare il robottone gigante che compare nella copertina del CD.

Questo concept prende spunto dal fatto che si tratta di una revisione ultra-elettronica della band, offrendo quindi coma versione differente, che rianima la band innestandovi beat elettronici, voci ultra mixate con effetti e sound quasi "robotici". Nel video citato è inscenata una guerra tra robots ed alieni e si vedono le versioni in "CGI" (computer grafica) delle "teste" dei 6 membri della band, attaccate a dei cavi che controllano i loro 6 robot/avatar. Possiamo ritrovare questo "concept" nel video seguente, quello di Somewhere I Belong, in cui sul mobile della stanza di Chester ci sono dei modellini giocattolo dei robot rappresentanti la band che sarebbero poi (nell'idea del video) i restanti 5 della band che appaiono nel sogno di Chester.

In questo disco hanno collaborato: Humble Brothers, Jonathan Davis, Josh Abraham, Motion Man, Kutmasta Kurt, Alchemist, Chali 2NA, Pharoahe Monch, DJ Babu, Aaron Lewis, Mickey P., Kelli Ali, Stephen Richards, AMP Live, DJ Cheapshot , Jubacca, Rasco, Planet Asia, Jay Gordon, Backyard Bangers, Phoenix Orion, Aceyalone, Black Thought, Marilyn Manson

Curiosità

Contiene i remix di tutte le tracce contenute in Hybrid Theory, con l'aggiunta di High Voltage, My December e di vari intermezzi musicali. L'album ha visto la partecipazioni di molti esponenti della scena hip hop e metal, tra cui Jonathan Davis dei Korn, Aaron Lewis degli Staind e Black Thought dei The Roots.

I titoli originari sono stati riscritti nel gergo di Internet, con simboli, numeri ed assonanze grammaticali. I brani sono caratterizzati da testi alternativi, e da rapping extra che si danno il cambio con quelli di Mike Shinoda. Inoltre le urla di Chester Bennington sono spesso rimosse o scratchate.

L'introduzione iniziale è una melodia prettamente strumentale eseguita da Phoenix con un violino e un violoncello, che si riallaccia alla traccia conclusiva dell'album. Delle brevi interruzioni come brevi tracce di soli effetti vocali o come melodie basate su un breve intervento del pianoforte (anch'esso digitale), creano un'atmosfera particolare e molto calda, che negli altri album è meno accentuata. Ciò ha indotto a ritenere l'album un lavoro in studio anziché una raccolta. Il critico Stephen Thomas Erlewine di Allmusic lo ha ritenuto addirittura più interessante di Hybrid Theory e ne ha stimato la sterzata hip hop. Non avrebbe però detto altrettanto di Meteora (2003).

Soltanto due canzoni tratte da Reanimation sono state eseguite dal vivo nella loro interezza: P5hng Me A*wyFrgt/10. Altre canzoni di Hybrid Theory, come With You, CrawlingOne Step Closer, tra il 2003 e il 2008 hanno ricevuto alcune modifiche, con alcune aggiunte di parti strumentali tratte dalle rispettive versioni remixate.

E' stato realizzato uno special TV su questo album in cui giovani registi hanno dato la loro interpretazione visiva ad ognuna delle song, così da realizzare una sorta di minifilm di tutto l'album nel quale compaiono a volte in piccoli camei i Linkin Park stessi.

Questo CD è stato proposto in numerose versioni. Addirittura per la prima volta una versione in audio 5.1 (versione DVD), poi in vinile ed in versione giapponese e/o con libretto differente. Nella versione giapponese compare infatti una canzone in più, ovvero Buy Myself, versione remixata da Marilyn Manson di By Myself. Un altro remix, quello di Points of Authority dei Crystal method, è stato inserito in Underground V2.0.

Potete leggere la nostra recensione di Reanimation cliccando qui.

Potete leggere i testi e le traduzioni di Reanimation cliccando qui.

Cover

Informazioni

Data di uscita: 30 luglio 2002
Durata totale: 60:50
Numero di tracce: 20
Prodotto da: Mike Shinoda

Singoli estratti

  1. Pts.of.Athrty
Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...