Demo e inediti

Scritto da Claudio Gragnano e Dennis Radaelli, il 31 Agosto 2009

Premessa

Nel periodo dal 1996 al 2000 il gruppo (inizialmente denominato Xero, passando poi ad Hybrid Theory per arrivare ai definitivi Linkin Park) ha registrato decine e decine di demo prima del loro album d'esordio, alcune delle quali volutamente o meno pubblicate al grande pubblico degli anni successivi come materiale extra, decisamente allettante per i veri appassionati e i fan sfegatati.

Le demo registrate e tuttora disponibili percorrono appunto gli anni iniziali del gruppo e rappresentano il loro suono originale. In alcuni casi si percepisce infatti la registrazione amatoriale, con un testo differente e un suono diverso. Tutto questo rappresenta materiale raro e prezioso per i veri trader. Per quanto riguarda gli album successivi al primo, non sono mai esistite demo ufficialmente pubblicate, almeno fino a quando non si è giunti alla nona edizione di LP Underground: dal 2009 infatti sono state pubblicate per la prima volta anche demo di brani visti ufficialmente negli album in studio successivi ad Hybrid Theory, oltre anche a demo mai ascoltate prima e provenienti dalle sessioni dei sette album in studio.

Categorie:


 Xero

La band inizialmente si chiamava Xero e Chester Bennington non era ancora presente nel gruppo: al suo posto infatti c'era un certo Mark Wakefield. I lavori di questa band sono diffusi nella rete, ma il supporto fisico su cui erano state registrate è veramente raro. Si conosce l’esistenza di una sola cassetta su cui la band aveva inciso le quattro canzoni da inviare alle case discografiche come demo.

  1. Rhinestone | Ascolta
    Si tratta della primissima demo riconosciuta di Forgotten.
  2. Reading My Eyes | Ascolta
    Questa canzone è stata eseguita per la prima volta dal vivo nel 2006, in occasione del Summer Sonic Festival. La canzone è stata eseguita ovviamente con Chester e la differenza è evidente. Qua è possibile ascoltarla.
  3. Fuse | Ascolta
  4. Stick n' Move | Ascolta
    Il sound ha ispirato la canzone Runaway, dell'album d'esordio, poiché il riff principale è lo stesso.
  5. Coal | Ascolta
    Questa demo è stata realizzata nel 1997 ed è stata pubblicata nel 2010 all'interno di LP Underground X: Demos.

Hybrid Theory EP

Con gli Xero non avevano raggiunto grossi traguardi, e per vari motivi nel 1999 il gruppo cambiò non solo nome in Hybrid Theory ma anche il cantante, con l'arrivo nel gruppo di Chester Bennington al posto di Wakefield. Iniziarono così a realizzare il noto EP omonimo, da proporre a diverse etichette discografiche, tra cui la Warner Bros. che li ingaggiò definitivamente. Questo EP è davvero ricercato, ne furono stampate infatti solo mille copie. Per la realizzazione dell'album d'esordio della band, sia la band che l'etichetta erano intenzionati ad integrare delle riedizioni delle canzoni dell'EP iniziale, in un secondo tempo però poi scartate e pubblicate solo come materiale inedito. Proprio per questo motivo, le seguenti versioni sono successive e non antecedenti alle originali!

  1. Carousel (demo) | Ascolta
    Si differenzia lievemente dall'originale, molto più evidente l'energia vocale di Chester e una parte aggiunta verso la fine.
  2. Part of Me (demo) | Ascolta
    Sia l'introduzione che il ritornello sono strutturati diversamente, anche in questo caso la decisione a rendere evidente la potenza di Chester negli scream. Nel 2016 è stato reso disponibile gratuitamente agli iscritti di LPU15 una primissima incarnazione strumentale del brano, intitolata Chair e incisa nel 1999.
  3. And One (demo) | Ascolta
    Le differenze rispetto alla versione pubblicata nell'EP sono molto lievi.
  4. Ambient | Ascolta
    Si tratta di una traccia fantasma pubblicata all'interno di Hybrid Theory EP, ascoltabile dopo una manciata di minuti al termine di Part of Me.

Hybrid Theory

Scartata l'idea iniziale di integrare delle versioni migliorate di Carousel e Part of Me, la band si concentrò su nuove idee e sonorità. Per questo album i Linkin Park decisero di mettersi in gioco realizzando numeroso materiale. Oltre a normali demo e versioni originali scartate, registrarono anche diverse tracce rilasciate non solo come semplici demo ma anche come materiale extra.

  1. Papercut (demo) | Ascolta
    Nel 2013 il sito LPAssociation.com rese pubblico per il download un demo del gruppo registrato nel 2000 ed intitolato 6 Tracks. La prima versione di Papercut si distingue da quella definitiva per l'introduzione priva di drum machine e per un finale differente.
  2. One Step Closer (demo) | Ascolta
    Chiamata inizialmente Plaster, la demo è stata pubblicata sempre all'interno del demo 6 Tracks e differisce lievemente dalla versione definitiva (quella più definitiva è quando viene pronunciata la frase "Just like before..."). Un'altra versione è stata pubblicata anch'essa nel 2000 e mixata da David Kahn (potete ascoltarla qua).
  3. With You (demo) | Versione 1 | Versione 2
    Anche in questo caso, la prima demo di With You, intitolata Dust Brothers, è stata pubblicata in 6 Tracks, e come nel caso della demo di Papercut, ha un'introduzione e un finale differente. Una seconda versione, intitolata Now I See e pubblicata all'interno del disco promozionale Ozzfest Sampler 2000 e, a parte qualche leggerissima variazione nel missaggio, non esiste alcuna evidente differenza rispetto alla versione definitiva.
  4. Points of Authority (demo) | Versione 1 | Versione 2 | Versione 3
    Tre versioni differenti. Una di queste presenta un pezzo iniziale cantato con strofe diverse, mentre le restanti due hanno qualche rima diversa ma un pezzo finale inedito rispetto all'originale (la terza versione, denominata anche in maniera non ufficiale Vertical Limit, è davvero fantastica). Inoltre non tutte presentano lo scream di Chester nella frase "My life, my pride is broken". Con la pubblicazione di LP Underground X: Demos il gruppo ha reso disponibile una breve versione strumentale intitolata Oh No.
  5. Crawling (demo) | Ascolta
    Scoperta per la prima volta nel 2009 in Hybrid Theory 8-track Demo, le differenze risiedono in qualche modifica nel testo, una parte rappata completamente inesistente nella versione defintiva e un ritornello poco emozionante. Nella versione ufficiale la potenza vocale del ritornello è migliorata notevolmente, molto più energica.
  6. Runaway (demo) | Ascolta
    Con la pubblicazione di LP Underground 9: Demos, è stata pubblicata una corta strumentale della prima versione di Runaway, intitolata Stick and Move.
  7. By Myself (demo) | Versione 1 | Versione 2
    Originariamente intitolata SuperXero, la demo è stata pubblicata in numerosi demo del gruppo, e sono pressoché uguali l'una dall'altra, se non per la grinta con cui vengono cantate e qualche rima differente. Un'altra versione è stata pubblicata in LP Underground 9: Demos in veste di corta strumentale e denominata Sad.
  8. In the End (demo) | Versione 1 | Versione 2
    Non poteva mancare una demo della canzone più conosciuta al mondo, intitolata semplicemente Untitled. Il testo è discretamente diverso solo nella parte rappata con rime differenti. Il ritornello, al contrario, è identico. La seconda versione, pubblicata in Underground Eleven, presenta un piccolo errore nel finale, ovvero un tocco involontario di basso da parte dell'allora bassista Kyle Christener. 
  9. A Place for My Head (demo) | Versione 1 | Versione 2 | Versione 3
    Originariamente, il brano presentava il titolo di Esaul. Essa è stata una delle prima demo del gruppo, composta infatti quando ancora si chiamavano Xero. Rispetto alla versione che tutti conosciamo, Esaul presenta un testo notevolmente diverso nella parte rappata, mentre il ritornello e il bridge rimangono pressoché invariati. Un ulteriore demo è stata ripubblicata per l'edizione 11 di LP Underground.
  10. Forgotten (demo) | Versione 1 | Versione 2
    Nonostante ci fosse una primissima versione in Xero, questa versione successiva di qualche anno è molto più simile all'originale e, ovviamente, è suonata assieme a Bennington. Ovviamente anche parte del testo cambia.
  11. Dedicated | Ascolta
    Realizzato nel 1999, questo brano è stato ufficialmente pubblicato Underground V2.0.
  12. She Couldn't | Ascolta
    Si tratta di una canzone scoperta a giugno 2009 con la pubblicazione del demo Hybrid Theory 8-track Demo. Questo brano è stato registrato nell'estate del 1999 e presenta un campionamento di B-Boy Document '99 dei The High & Mighty insieme a Mos Def e Mad Skillz (motivo possibile per il quale non è stata incluso in Hybrid Theory).
  13. Slip | Ascolta
    Questa demo è stata realizzata nel 1998, durante le lavorazioni di Hybrid Theory, ed è stata pubblicata nel 2011 all'interno di Underground Eleven. Mike affermò che erano state realizzate diverse versioni della canzone, ma il gruppo alla fine non sentiva il dovere di pubblicarla in Hybrid Theory. Si tratta di una delle prime canzoni registrate con Chester poco dopo il suo arrivo.
  14. Blue | Ascolta
    Come Slip, questa demo è stata realizzata nel 1998 ed è stata pubblicata in Underground Eleven.Mike affermò che Blue era stata registrata nella stessa di registrazione in cui fu realizzata anche Slip ma venne scartata anch'essa. Tuttavia, il finale della canzone fu ripreso e rielaborato, e divenne successivamente il ritornello di Crawling.
  15. So Far Away | Ascolta
    Questa demo è stata realizzata nel 1998, durante le lavorazioni di Hybrid Theory, ed è stata pubblicata nel 2012 all'interno di Underground 12. Si tratta di una delle prime canzoni realizzate con Mike intento a eseguire parti cantate anziché rappate.
  16. Pods | Parte 1 | Parte 2 | Parte 3
    Con la pubblicazione di Underground 15 sono state rese pubbliche tre strumentali della durata tra il minuto e mezzo e i tre minuti, denominate appunto Pods. A giudicare dalle sonorità, le strumentali in questione sarebbero state composte durante il periodo Xero.
  17. Hurry
    Questa demo è stata realizzata nel 1999 ed è stata pubblicata gratuitamente su LP Underground nell'aprile 2016.
  18. GRR
    Corta strumentale incisa nel 1999 e distribuita gratuitamente da LPU a giugno 2016.

Reanimation

Nel mese di marzo 2013, il fanclub LPLive.net pubblicò in esclusiva un demo intitolato Reanimation 8 Track Internal Demo CD, il quale include le prime versioni di sette remix successivamente divenuti parte integrante di Reanimation e una versione editata del primo remix di One Step Closer.

  1. Krwlng (demo)
    L'unica differenza rispetto alla versione definitiva è l'assenza dell'introduzione di violino (quella ascoltabile anche in Opening).
  2. Frgt/10 (demo) | Ascolta
    La base identica ma il testo rappato è lo stesso ascoltabile nella demo Rhinestone. Inedito è anche il bridge, così come anche l'assenza della parte rappata di Chali 2na.
  3. Enth E Nd (demo)
    Pressoché identica alla versione definitiva, cambia soltanto l'assenza della base mentre Mike pronuncia la frase "One thing, I don't know why"
  4. Pts.of.Athrty (demo) | Ascolta
    Originariamente rilasciata sul sito di Jay Gordon (il creatore del remix), i cambiamenti risiedono nella base (più "ricca" di effetti) e nel ritornello, dove si possono ascoltare anche i controcanti (la frase "You live what you learn")
  5. H! Vltg3 (demo)
    Questa prima versione è caratterizzata dalla base totalmente uguale alla versione che tutti noi conosciamo, ma il testo è la versione a cappella del brano originariamente pubblicato come b-side del singolo di One Step Closer. Anche il finale è differente.
  6. 1stp Klosr (demo) | Ascolta
    Ascoltabile originariamente come contenuto nascosto nel DVD Frat Party at the Pankake Festival, questa prima versione vede l'assenza di Jonathan Davis dei Korn alla voce nel bridge e un leggero arrangiamento del finale 
  7. PPr:Kut (demo) | Ascolta
    Orecchie bene aperte: questa demo è totalmente differente dalla versione definitiva! Davvero particolare.
  8. Plc.4 Mie Haed (demo) | Ascolta
    Pubblicata sul sito di Amp Live (il creatore del remix), questa demo si differenzia per la base, meno aggressiva e più dance.

Meteora

Tra il 2001 e il 2002, i Linkin Park hanno lavorato a più di 100 canzoni diverse per il seguito di Hybrid Theory. A partire dalla nona edizione del fan club LP Underground sono state pubblicate alcune demo di canzoni successivamente divenute parte integrante di Meteora e altre mai rivelate in precedenza.

  1. Somewhere I Belong (demo) | Ascolta
    Una demo strumentale del singolo di lancio di Meteora, intitolata Pretty Birdy, è stato pubblicato nel mese di novembre 2013 all'interno di Underground XIII. Si tratta di una strumentale grezza, caratterizzata da riff di chitarre distorte molto simili a quelli della versione definitiva. Gli scratch di Joe Hahn inoltre sono del tutto assenti.
  2. Faint (demo) | Ascolta
    Pubblicata nel 2009, questa demo è caratterizzata da strofe rappate completamente diverse e dall'assenza della voce di Chester nel ritornello e nel bridge. Anche il finale è molto diverso.
  3. Figure.09 (demo) | Ascolta
    Riff leggermente diversi rispetto alla versione definitiva, assenza delle strofe rappate e un ritornello cantato in modo differente. Da segnalare il bridge, molto più aggressivo rispetto alla versione contenuta nell'album.
  4. Breaking the Habit (demo) | Ascolta
    Come le demo di Faint e di Figure.09, anche quella di Breaking the Habit è stata pubblicata nel 2009. Intitolata Drawing, si tratta di una demo completamente strumentale e leggermente più lunga della canzone definitiva. La batteria è assente (c'è la drum machine al suo posto) e le sezioni orchestrali sono state riprodotte da un campionatore (la versione definitiva include invece sezioni orchestrali eseguite con strumenti reali).
  5. A.06 Versione 1 | Versione 2
    Questa introduzione strumentale è stata inserita come traccia di apertura di Underground V2.0. È sicuramente uno dei brani più duri mai realizzati dalla band ed è stata eseguita qualche volta tra il 2003 e il 2004. Nel 2009 è stata resa disponibile una prima versione del brano all'interno di LP Underground 9: Demos, di durata ben più lunga rispetto a quella successivamente inserita nel secondo disco di LPU.
  6. The Wizard Song | Ascolta
    Una divertente clip dove possiamo vedere Chester canticchiare un pezzo, non è ancora chiaro che tipo di canzone possa essere!
  7. Unfortunate | Ascolta
    Traccia d'apertura di LP Underground X: Demos, si tratta di una demo strumentale realizzata nel 2002 ed è caratterizzata da una drum machine e da violoncelli campionati.
  8. Halo | Ascolta
    Come anche Unfortunate, questa demo è stata pubblicata in LP Underground X: Demos.
  9. Soundtrack | Ascolta
    Questa demo non è altro che un rifacimento strumentale della traccia So Far Away, brano scartato da Hybrid Theory e reso disponibile al pubblico nel 2012. Secondo le parole di Mike, il gruppo aveva provato diversi trattamenti vocali, ma senza ottenere soddisfazioni.
  10. Program | Ascolta
    Demo pubblicata soltanto nel 2011, è una strumentale caratterizzata da strofe soft e ritornelli aggressivi. Uno spezzone di questa demo era già ascoltabile nelle scene finali del DVD Frat Party at the Pankake Festival.
  11. Broken Foot | Ascolta
    A giudicare dal riff presente nel ritornello, si tratterebbe di una primissima versione di Faint. Secondo Mike, questa demo strumentale rappresenta perfettamente il sound che tutte le demo composte per Meteora dovevano avere.
  12. Pepper | Ascolta
    Demo strumentale pubblicata resa disponibile per la prima volta nel 2012 e caratterizzata da beat più elettronici rispetto alla stragrande maggioranza delle altre demo composte per l'album.
  13. Ominous | Ascolta
    Insieme a Pepper, si tratta di una demo strumentale resa disponibile nel 2012.
  14. Cumulus | Ascolta
    Demo strumentale pubblicata nel 2013. Secondo le parole di Mike, il gruppo ha provato più volte a cercare di rendere Cumulus un pezzo che potesse soddisfare le loro aspettative, ma invano.
  15. Rhinocerous | Ascolta
    Si tratta di una demo strumentale realizzata nel corso del 2002 e pubblicata in Underground XIV. Niente male!

Minutes to Midnight

Anche per il terzo album, il gruppo ha lavorato in gran segreto evitando la circolazione di demo fra i vari siti internet e fan site. Durante il periodo intercorso tra il 2004 e il 2007 i Linkin Park hanno lavorato ad oltre 150 demo (alcune di queste ascoltabili in parte nel documentario The Making of Minutes to Midnight), completando successivamente 17 canzoni. Cinque di queste sono state poi eliminate fino ad ottenere le 12 canzoni pubblicate nell'album. A partire da LP Underground 9: Demos sono state via via pubblicate alcune demo inedite.

  1. Leave Out All the Rest (demo) | Ascolta
    Nel 2009 è stata pubblicata una demo per il quinto ed ultimo singolo estratto dall'album. Originariamente intitolata Fear, la demo, della durata di una mancata di minuti, è interamente cantata da Mike e presenta sostanziali differenze nel testo, oltre anche a una piccola parte rappata.
  2. Bleed It Out (demo) | Ascolta
    Con l'uscita di Underground Sixteen, il sestetto ha reso disponibile anche una demo per uno dei brani più conosciuti dell'album. Le differenze risiedono nelle strofe, caratterizzate da un testo completamente diverso (se non migliore), e da un ritornello provvisorio.
  3. What I've Done (demo) | Ascolta
    Originariamente intitolata Bang Three e pubblicata soltanto nel 2011, si tratta di una versione strumentale del brano, con melodia di pianoforte leggermente diverso e un bridge totalmente inedito e più energico (la versione definitiva presenta un rallentamento della melodia e un assolo di chitarra).
  4. The Little Things Give You Away (demo) | Ascolta
    Intitolata Drum Song, è stata resa disponibile nel 2009 ed è dominata dalla batteria di Rob ("padre" del brano) e dalla voce di Mike. 
  5. Grecian Ascolta
    Nel making of di Minutes to Midnight, è possibile ascoltare uno spezzone di questa demo, nata da Phoenix intorno al 2005. Secondo poi quanto spiegato da Rob nella newsletter di LPU5, questo demo è stato messo da parte e utilizzato in parte come base di partenza per QWERTY.
  6. Across the Line | Ascolta
    Inizialmente intitolata Japan (di cui è possibile ascoltare un pezzo qui), si tratta di una delle ultime canzoni composte per l'album (è infatti datata 2007), ma è stata scartata all'ultimo dalla tracklist dell'album. Soltanto con la pubblicazione di LP Underground 9: Demos, avvenuta due anni più tardi, i Linkin Park hanno reso disponibile per l'ascolto l'intero brano.
  7. What We Don't Know | Ascolta
    Pubblicato in LP Underground X: Demos, si tratta di un brano composto nel 2007 e che vede una grande performance melodica di Chester.
  8. Pale | Ascolta
    Realizzata nel 2006, si tratta di una lunga strumentale dominata da un semplice ma interessante giro di pianoforte, con sonorità in crescendo e della durata di circa cinque minuti. È stata pubblicata in LP Underground X: Demos
  9. Divided | Ascolta
    Strumentale composta nel 2005 e pubblicata in LP Underground X: Demos.
  10. YO | Ascolta
    Breve loop strumentale composto durante le lavorazioni dell'album ed inserito in Underground Eleven. Come possibile notare dal DVD del making of dell'album, questa demo è stata composta interamente da Brad (tant'è che il demo è noto anche come Brad's Yo).
  11. Homecoming | Ascolta
    Brano strumentale dalla tipica struttura alternative rock e resa disponibile per la prima volta nel 2012, in concomitanza con la pubblicazione di Underground 12.
  12. Clarity | Ascolta
    Strumentale costituita da un loop elettronico e da riff di chitarra. Resa disponibile in Underground 12.
  13. Bunker | Ascolta
    Pubblicata in Underground 12, è una strumentale caratterizzata da melodie molto simili a quelle sperimentate da Mike durante la sua esperienza nei Fort Minor.
  14. Debris | Ascolta
    Come Bunker, anche questo brano brano sembra presentare influenze dei Fort Minor. A dimostrazione di ciò la performance vocale di Mike in questo brano.
  15. Basquiat | Ascolta
    Pubblicata in Underground XIII, è una strumentale soft dotata di interessanti riff di chitarra nelle strofe e leggermente più sostenute nel ritornello.
  16. Universe | Ascolta
    Composta nel 2006 ed inizialmente scartata da Minutes to Midnight, questa demo è stata successivamente ripresa da Mike insieme a Kenna e Lupe Fiasco ed è divenuta Resurrection (il videoclip è visibile qui).  
  17. Heartburn | Ascolta
    Breve interludio soft strumentale realizzato nel 2007 e pubblicato in Underground XIV.
  18. After Canada | Ascolta
    Brano strumentale composto attorno al 2005 e caratterizzato da sonorità a tratti calma e a tratti lievemente sostenuta.
  19. Chance of Rain | Ascolta
    Composto nel 2006, si tratta di un brano pop rock dove la voce di Chester gioca un ruolo di prim'ordine.
  20. Attached
    Sebbene come data di registrazione venga indicato 2003 (anno di uscita di Meteora), questa demo è stata composta dopo la pubblicazione dell'album ed è caratterizzato da sonorità più soft, con un dolce riff di chitarra e una batteria assai sostenuta.

In questo audio è possibile sentire diversi estratti tra cui quelli già proposti. Davvero interessanti gli ultimi sette secondi incentrati su una demo senza titolo (definita in maniera non ufficiale Unknown Demo 2): si tratta di una primissima versione di Blackbirds, incluso più tardi nel videogioco 8-bit Rebellion! e nell'edizione deluxe digitale di A Thousand Suns.

A Thousand Suns

Come per Minutes to Midnight, anche per A Thousand Suns il gruppo ha lavorato a un gran numero di canzoni (si vocifera oltre un centinaio), di cui soltanto 15 hanno visto il completamento e la pubblicazione. Durante questo lungo periodo di registrazione, il gruppo ha sperimentato vari generi, passando dapprima all'alternative rock per poi direzionarsi in sonorità heavy metal ed infine a sonorità più sperimentali ed elettroniche. Per il momento vi proponiamo quelle ufficialmente pubblicate da LP Underground.

  1. Robot Boy (demo) | Ascolta
    Sostanzialmente si tratta di una versione caratterizzata dal testo differente. Su questa demo, Mike Shinoda ha dichiarato: "A me e a Chester piaceva questo arrangiamento delle voci. Ma alcuni del gruppo volevano che dessimo un'altra pugnalata ad esso. Perciò questa versione è stata accontonata..."
  2. The Catalyst (demo) | Ascolta
    Pubblicata in Underground Sixteen, le differenze con la versione apparsa nell'album sono davvero lievi, tra cui un testo inedito nel finale.
  3. Pretend to Be | Ascolta
    Questa demo è stata composta nel 2008 ed è sostanzialmente un brano ancora influenzato dalle melodie alternative rock di Minutes to Midnight, pubblicato l'anno prima. Davvero niente male.
  4. I Have Not Begun | Ascolta
    Registrata nel 2009, questa demo è caratterizzata da melodie sperimentali e dal rappato di Mike
  5. Aubrey One | Ascolta
    Composta nel 2009 e uscita in concomitanza con il lancio di Underground XIV, si tratta di una demo strumentale in crescendo, iniziando con sonorità distorte ed elettroniche fino a giungere a un sound più alternative rock.
  6. Malathion+Tritonus | Ascolta
    Lunga strumentale heavy metal nata nei Tritonus Studio di Berlino nel 2008 caratterizzata da alcuni assoli nel bridge e da un finale sfacciatamente punk.
  7. Berlin One, Version C | Ascolta
    Datata 2009, si tratta di una strumentale basata su un loop elettronico e una linea di pianoforte. A giudicare dal titolo, sembra essere una delle tante versioni di un possibile brano previsto per A Thousand Suns, ma evidentemente scartato.
  8. Blanka | Ascolta
    Strumentale heavy metal realizzata durante il 2008. Niente male!
  9. Dave Sbeat feat. Joe | Ascolta
    Curioso brano registrato per puro divertimento nel 2009 e "cantata" da Joe.
  10. Froctagon | Ascolta
    Brano punk strumentale registrato nel corso del 2009 e pubblicato soltanto cinque anni più tardi in Underground XIV.
  11. Basil | Ascolta
    In questo brano cortissimo inciso nel 2008 (dura appena 50 secondi) è possibile ascoltare un'interessante performance rap di Mike.
  12. TooLeGit | Ascolta
    Resa disponibile gratuitamente agli iscritti a LPU nel dicembre 2015, si tratta di un work in progress inciso nel 2010: base strumentale niente male (forse troppo energica se si pensa che le demo finali dell'album hanno preso una piega totalmente differenza) e una performance a dir poco imbarazzante di Chester (per fortuna che è una demo!)
  13. Grudgematch
    Composta nel 2009, si tratta di un'improvvisazione elettronica incisa da Mike, il quale rappa una strofa interessante.
  14. Consequence A/Consequence B | Versione 1 | Versione 2
    Corte demo strumentali puramente elettroniche pubblicate in Underground Sixteen. Niente di speciale, comunque.
  15. Symphonies of Light Reprise | Ascolta
    Realizzata nel 2010, si tratta di una continuazione di The Catalyst (il titolo deriva da una frase del ritornello): chitarra acustica (vagamente simile a The Messenger), leggero sintetizzatore di sottofondo e un breve cantato con le stesse parole del ritornello del singolo apripista dell'album.

Living Things

Nel corso del 2011, durante lo pieno svolgimento del mastodontico A Thousand Suns World Tour, il gruppo si era già messo avanti sulla realizzazione dei primi abbozzi che avrebbero dato vita al tanto discusso Living Things. Vediamo insieme quali sono le demo finora pubblicate ufficialmente dai nostri.

  1. Lies Greed Misery (demo) | Ascolta
    Grazie alla pubblicazione di Underground Sixteen, i Linkin Park hanno pensato bene di pubblicare una demo di uno dei brani mal riusciti di sempre. Originariamente intitolata Piledriver, la prima incarnazione è caratterizzata dal solo beat elettronico e da qualche verso (nel vero senso della parola) di Mike per un totale di poco più di un minuto.
  2. I'll Be Gone (demo) | Ascolta
    Intitolata Primo, il brano affonda le sue radici nel 2010, durante il periodo di composizione di A Thousand Suns. Si tratta di una versione completamente diversa della versione che tutti noi conosciamo: più complessa, più elaborata e più soft, oltreché molto più lunga. Decisamente migliore della definitiva.
  3. Until It Breaks (demo) | Versione 1 | Versione 2 | Versione 3
    Secondo quanto spiegato da Mike nel libretto di Underground XIII, la versione definitiva del pezzo è il risultato dell'unione di tre differenti demo: Apaches, Foot PatrolThree Band Terror. La prima demo è sostanzialmente la strofa iniziale di Mike e una melodia vocale di Chester (successivamente rimpiazzata da "Give me the strength of the rising sun..."), la seconda è totalmente diversa dalla sezione intermedia della versione defintiva (testo inedito e base più dark), mentre la terza vede soltanto una chitarra acustica e una performance vocale di Brad.
  4. Holding Company | Ascolta
    Come intuito dal documentario Inside Living Things, la demo ha successivamente dato vita a Lost in the Echo. Tuttavia, si tratta di un pezzo strumentale completamente diverso, molto simile a Iridescent.
  5. Hemispheres | Ascolta
    Semplice loop strumentale elettronico della durata di 3:42, niente di particolarmente emozionante.
  6. Animals
    Pubblicata in Underground 15 (e utilizzata per il trailer ufficiale dell'EP), presenta un'ottima performance vocale di Mike e una base che ricorda le sue composizioni per la colonna sonora del film The Raid: Redemption.

Varie

  1. It's Going Down (versione alternativa / demo)
    Esiste una versione diversa di questa traccia, la differenzia sostanziale risiede nel ritornello dove Mike non rappa alcuna strofa.
  2. Lockjaw Ascolta
    Eliminiamo subito ogni vostro dubbio: questo pezzo non è assolutamente una demo! Tempo fa Mike ha avuto l'occasione di testare un nuovo programma per fare musica (Pro Tools 8) e nell'occasione ha realizzato questa strumentale, che ovviamente rimane tale.
  3. QWERTY Ascolta la versione dal vivo
    Durante la lavorazione di Minutes to Midnight, il gruppo aveva "illuso" i propri fan con questo brano, che in realtà è solamente una traccia registrata dal gruppo e pubblicata in Underground 6 e quindi non presente nell'album finale. È stata suonata anche diverse volte negli concerti tenuti in Giappone nel 2006 (oltre ad aclune sporadische apparizioni nel 2007), e la versione live è decisamente migliore.

Commenti

Torna in cima alla pagina

Cerca nel sito...